Lunedì al via il restyling di piazza Aldrovandi, cantiere per 8 mesi

BOLOGNA - L'estate dei cantieri, a Bologna, si
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Bologna_piazza-aldrovandi

BOLOGNA – L’estate dei cantieri, a Bologna, si arricchisce di un capitolo di peso: il Comune, infatti, annuncia che lunedì partiranno i lavori per la riqualificazione di piazza Aldrovandi. E’ un progetto di cui si parla da qualche anno e che ora, dunque, prenderà corpo. Ci vorranno circa otto mesi, con un’articolazione del cantiere in tre fasi: la prima interesserà il lato sud adiacente a via San Vitale, la seconda si svilupperà nella zona centrale della piazza e la terza coinvolgerà il lato nord adiacente a strada Maggiore.

piazza_aldrovandi6

L’idea alla base della riqualificazione, che in passato non ha incontrato pareri solo positivi tra commercianti e residenti della zona, prevede innanzitutto l’allargamento del marciapiede (sul lato ovest) e l’inserimento di nuovi attraversamenti pedonali per migliorare l’accessibilità della piazza. Inoltre, ricorda l’amministrazione, verrà realizzato uno “spazio multifunzionale“, tra il mercato e lo spazio alberato, per favorire una fruizione completamente pedonale, il carico e scarico merci in determinati orari e l’organizzazione di mercati o iniziative temporanee. Si procederà anche all’eliminazione dei parcheggi fra i chioschi, in modo da liberare la visuale tra il portico e la piazza e permettere una completa permeabilità degli spazi per chi si muove a piedi, in particolare anziani, bambini e genitori con carrozzine. Una nuova illuminazione, tanto del portico quanto dello spazio aperto, è stata pensata per rendere “più luminosa e sicura” l’intera area. Infine, pergolati leggeri con piante rampicanti renderanno la piazza più verde. Si tratta di un investimento da 950.000 euro, finanziato per più di due terzi dalla Regione Emilia-Romagna e per la restante parte dal Comune.

piazza_aldrovandi4

Nei prossimi giorni, spiega il Comune, verranno realizzati alcuni incontri per ottimizzare le fasi di cantiere e per venire incontro alle esigenze degli operatori commerciali. Il primo step di lavori, comunque, non richiederà modifiche sostanziali alla circolazione e alla sosta. Si potrà continuare a percorrere la piazza con direzione strada Maggiore e verrà solo chiusa una parte della corsia preferenziale, già oggi non utilizzata dagli autobus: in particolare sarà chiusa la parte verso strada Maggiore e il tratto di corsello compreso tra via San Vitale e vicolo Bianchetti. Per poter consentire l’accesso al passo carraio posto sul corsello, sul lato dei numeri civici pari, verrà invertito il senso di marcia dello stesso: pertanto il percorso sarà da via San Vitale e si potrà girare a destra verso vicolo Bianchetti e prendere la parte sinistra del corsello adiacente ai fabbricati per proseguire diritto ritornando sulla piazza davanti all’isola ecologica.

L’obiettivo principale del progetto, che fa parte del programma per la pedonalità “Di nuovo in centro”, è rafforzare l’identità della piazza “come luogo armonico dove le diverse esigenze dei vari fruitori si integrino e si compongano fra loro”, sottolinea il Comune: “A partire dalle vocazioni storiche (commerciale, incontro, luogo di eventi), sono stati tessuti insieme i fili delle singole esigenze in un’unica trama”. Prima di arrivare a questo punto, ricorda sempre l’amministrazione, si è svolto un percorso di confronto con la cittadinanza che è cominciato alla fine del 2012. Una volta elaborato il primo progetto, il Comune ha ricevuto anche due petizioni e il progetto, così, è stato “semplificato e modificato anche in base alle indicazioni ricevute”.

di Maurizio Papa, giornalista professionista

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»