Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Estinta la pena a Berlusconi per la sentenza Mediaset, ma l’ex cavaliere resta ineleggibile

[caption id="attachment_2554" align="alignleft" width="300"] S. Berlusconi[/caption] Il tribunale di sorveglianza
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
S. Berlusconi
S. Berlusconi

Il tribunale di sorveglianza di Milano ha dichiarato estinta la pena per Silvio Berlusconi dopo 10 mesi e mezzo di affidamento in prova ai servizi, inflitta all’ex presidente del Consiglio a seguito alla condanna a 4 anni di carcere, tre dei quali coperti da indulto, per la vicenda Madiaset. Viene dunque cancellata l’interdizione dai pubblici uffici ma restano gli effetti della legge Severino che fa restare l’ex cavaliere ineleggibile.

Soddisfazione in Forza Italia. “Con la decisione del Tribunale di sorveglianza di Milano- ha commentato la deputata Laura Ravetto- Forza Italia recupera a tutti gli effetti il proprio allenatore. La politica, come il calcio, è un gioco di squadra in cui per andare a rete è necessario che difesa, centrocampo e attacco seguano lo stesso schema e affrontino la stessa preparazione. È evidente che con l’allenatore costretto sugli spalti era difficile che questo avvenisse. Ora che Berlusconi è di nuovo in campo mi auguro che gli obiettivi della squadra prevalgano su quelli dei singoli”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»