Migranti, Serracchiani: “Flussi monitorati assieme al Governo”

serracchiani

D. Serracchiani

Siamo pronti: in questi giorni assieme ai ministri Alfano e Gentiloni abbiamo fatto il punto della situazione, monitorando ciò che sta accadendo in Slovenia, Croazia e Austria”. Lo dice la presidente della Regione Debora Serracchiani in merito alla crisi migratoria, aggiungendo che “è innegabile che il Friuli Venezia Giulia si trovi in una posizione complicata, ma finora abbiamo affrontato al meglio gli ingressi degli ultimi mesi. “Ora – ha proseguito – dobbiamo capire come comportarci di fronte a un’eventuale emergenza: evidentemente occorre essere pronti a tutto. Per questo stiamo facendo già tutto il necessario, allineati con le istituzioni”.

La gestione dei flussi migratori è, secondo Serracchiani, “un problema di portata europea, ma per la prima volta si registra un’Europa che parla tutta insieme del tema e se ne fa carico, senza lasciare che la problematica venga affrontata solo da alcuni Stati membri: questo è stato ottenuto anche grazie all’azione molto forte del nostro Paese”, commenta la presidente del Friuli Venezia Giulia. In merito ai risultati del vertice di Malta, Serracchiani ha osservato che “tutti i Paesi del Mediteranneo hanno capito che bisogna intervenire in Africa fino a che le persone non partono.

Un discorso che ovviamente vale solo per i cosiddetti migranti economici, altra cosa è il tema dei flussi dalle zone di guerra”. L’Italia ha sempre sostenuto che il concetto “aiutiamoli a casa loro” deve essere rafforzato con azioni di Governo importanti. “Chi usa quella espressione ha svuotato in passato il fondo di cooperazione internazionale, chi pensa invece di governare questa emergenza ha incrementato le risorse”, ha fatto notare Serracchiani.

13 Novembre 2015
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»