Il Csm sospende giudice arrestato per pornografia minorile

E' coinvolto nell'inchiesta della Procura di Trento sulla presunta rete di pedofili sul web
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – La sezione disciplinare del Consiglio superiore della magistratura (Csm) ha disposto la sospensione dalle funzioni e dallo stipendio ed il collocamento fuori dal ruolo organico della magistratura del dott. Gaetano Maria Amato, giudice della Corte d’Appello di Reggio Calabria, arrestato dalla polizia di Messina per pornografia minorile, lo scorso 2 ottobre.

Amato è coinvolto nell’inchiesta della Procura di Trento sulla presunta rete di pedofili sul web.

LEGGI ANCHE Scoperta rete di pedofili sul web, dieci arresti in Trentino Alto Adige

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»