Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Brasile, la crescita avanza aiutata dalle riforme

ROMA - L'economia del Brasile continua a
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print


ROMA – L’economia del Brasile continua a dimostrarsi stabile e in crescita, dopo due anni di recessione: il ministero dell’Economia e delle Finanze (Fazenda) in settimana ha diffuso le previsioni di crescita per i primi tre mesi del 2017: tra lo 0,7% e lo 0,8%.

Le stime complessive per il 2017 “sono dello 0,5%, e addirittura del 2,5% nel 2018, con positivi segnali dalla produzione industriale e dai prezzi internazionali delle materie prime”: lo spiega alla DIRE Juan Barberis, presidente di Lide Italia, network che mette in collegamento imprenditori e investitori italiani con l’America Latina.

Dato questo quadro, “ci si aspetta un’accelerata nei prezzi a partire dalla seconda metà dell’anno, quando dovrebbero crescere i consumi delle famiglie”. Anche l’inflazione, prosegue l’esperto, risulta in calo rispetto al mese scorso, attestandosi sul 4,04%. Infine, L’indice della Bovespa – la Borsa brasiliana – è in recupero (65mila punti) ma tuttavia lontana dai 70mila circa di fine febbraio.

“Nei mesi scorsi- spiega ancora Juan Barberis- il governo brasiliano ha adottato varie misure per migliorare lo scenario economico e la percezione positiva del Paese all’estero, partendo dal rafforzamento della finanza pubblica e della stabilità macroeconomica del Paese”.

Nel corso dell’ultimo business lunch organizzato da Lide a San Paolo, Maria Silvia Bastos Marques, presidente della Banca nazionale per lo Sviluppo economico e sociale (Bndes), ha detto: “Ci sono segnali di miglioramento dell’economia brasiliana per il 2017, confermati dal recupero degli indicatori di fiducia e da un aumento della produzione di autoveicoli, settore chiave del paese. Il governo- ha sottolineato- continua sulla strada delle riforme: il primo punto in agenda è la riforma fiscale, fondamentale per risolvere i problemi strutturali dell’economia.
Procede poi di buon passo la riforma della terziarizzazione del lavoro, mentre invece quella previdenziale comporteeà tempi più lunghi”.

Il prossimo autunno Lide Italia organizza a Milano un business lunch sul Brasile, in attesa dell’appuntamento regionale di novembre: l’America Latina Investment Forum.

Attualmente il network Lide Italia “sta collaborando con il governo del Brasile per segnalare le potenziali imprese italiane interessate a partecipare al Brasil Investment Forum (Bif), che si terrà il 30 e 31 maggio prossimi a San Paolo. Il Bif- conclude il presidente Barberis- è un’iniziativa del governo in collaborazione con la Banca interamericana di sviluppo (Idb), al fine di presentare le principali opportunità per gli investitori stranieri. Tra i settori strategici le infrastrutture, l’energia, l’agroindustria, la tecnologia e l’innovazione. Oltre al Presidente Michel Temer, saranno presenti anche il presidente dell’Idb, Luis A. Moreno, insieme a autorità istituzionali e key decision maker di aziende pubbliche e private”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»