Buon compleanno Ghana, con l’inno in 12 lingue

Ecco come il Ghana si prepara a celebrare il 60esimo anniversario dell'indipendenza
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Dio benedica la nostra patria Ghana”, ma non solo in inglese. In occasione del 60° anniversario dell’indipendenza, che si celebra questo mese, l’inno nazionale è stato tradotto in 11 lingue: perché capiscano e cantino davvero tutti. Le nuove versioni, certificate dalla Commissione nazionale per l’educazione civica, sono in Akwapim Twi, Ashanti Twi, Dagaare, Dagbani, Dangme, Ewe, Ga, Gonja, Kasem, Fante e Nzema.

Le traduzioni erano state in realtà già elaborate negli anni ’70 del secolo scorso per ispirare patriottismo e senso di orgoglio nazionale. L’occasione era stata la vittoria del primo titolo mondiale da parte di un pugile ghanese, David Kotei, soprannominato “Poison”, veleno.

di Vincenzo Giardina, giornalista professionista

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»