Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Incendio di Pomezia, Arpa: “Livello diossine nell’aria oltre 700 volte la soglia di rischio”

Le concentrazioni di PM10 stanno tornando ai valori caratteristici stagionali della qualità dell’aria anche nelle immediate vicinanze dell’incendio
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print


ROMA – La percentuale di concentrazione di diossine e furani nelle immediate vicinanze dell’incendio allo stabilimento Eco X di Pomezia è risultata essere di oltre 700 volte la soglia di rischio per la salute. Secondo i dati di Arpla Lazio il dato è di 77,5 picogrammi per metro cubo a fronte del limite di 0,1 picogrammi per metro cubo indicato dall’Oms.

La concentrazione di benzo(a)pirene registrata da Arpa Lazio è pari a 9 nanogrammi/m3, superiore al valore limite annuale pari a 1 nanogrammo/m3. Le concentrazioni di policlorobifenili (PCB), per i quali non è stabilita una concentrazione di riferimento, con 394 picogrammi sono risultate sensibilmente superiori a quelle rilevate normalmente in aria ambiente.

I dati del 10 maggio, inoltre, confermano che le concentrazioni di PM10 (28 Microgrammi al Km 33 della via Pontina Vecchia) stanno tornando ai valori caratteristici stagionali della qualità dell’aria anche nelle immediate vicinanze dell’incendio. Quanto alle diossine e furani hanno raggiunto livelli così alti “presumibilmente a causa dell’entità e del materiale combusto durante l’incendio”, scrive Arpa Lazio.

A breve verrà trasmesso ad integrazione della presente il relativo rapporto di prova, nel quale le concentrazioni di diossine sono espresse in fentogrammi (1000 fentogramni = 1 picogrammo).    I dati sono relativi a campioni del 5 e 6 maggio prelevati in via Pontina Vecchia km 33,38 nelle immediate vicinanze dell’incendio (100-200 metri).

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»