NEWS:

Natale a New York, tra mercatini e illuminazioni: ecco cosa vedere

Dalla 5th Avenue a Dyker Heights c'è da perdersi tra luminarie uniche (e a volte eccentriche), mercatini di Natale e piste da pattinaggio

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

ROMA – New York e Natale, uno spettacolo unico al mondo. Tra luci di tutti i colori, alberi addobbati e decorazioni di ogni genere, la città, come ogni anno, si è vestita a festa ed è stata presa d’assalto già da fine novembre dai migliaia di turisti, giunti da tutto il mondo per respirare lo spirito delle feste, camminando a testa in sù tra i grattacieli della città che non dorme mai. E, bisogna dirlo, a buon ragione.

Dalla 5th Avenue, vicino a Central Park, a Dyker Height, estrema periferia di Brooklyn c’è da perdersi tra luminarie uniche (e a volte eccentriche), mercatini di Natale e piste da pattinaggio dove volteggiare “sotto l’ombra” di abeti colorati.

Allora ecco qui una guida (da Nord a Sud) per non perdersi i luoghi più scintillanti di New York a Natale.

1) L’ALBERO DEL ROCKEFELLER CENTER, LO SHOW DI DIOR E SAKS E LE “WINDOWS” DELLA 5TH AVENUE

La prima imperdibile tappa è certamente l’albero di Natale del Rockefeller Center. L’imponente abete è stato illuminato con una cerimonia che ha paralizzato la 5th Avenue il 29 novembre e subito è stato preso d’assalto da migliaia di turisti. L’albero proviene da Vestal, è alto oltre 24 metri ed è ricoperto da 50mila luci a led colorate. Come sempre ad accompagnare i visitatori verso il luogo di pellegrinaggio natalizio più celebre di New York, ci sono angeli dorati che suonano delle trombe, a costeggiare i giardini del Rockefeller Center. Immancabile come ogni anno la pista di pattinaggio ai piedi del grattacielo alto 266 metri.

Voltando lo sguardo di 180 gradi, dall’altro lato della strada, si resta a occhi e bocca spalancati ammirando il “Carousel of Dreams” di Dior e Saks: un’enorme installazione colorata (alta quasi 5 metri) che copre l’enorme facciata dell’ingresso della Maison. Una ruota della fortuna gigante, con all’interno i segni zodiacali che si anima con luci e colori.

Sotto l’installazione un altro spettacolo: le vetrine di Dior a tema Natalizio. Con diorami in movimento che riproducono la città innevata, stelle di Natale con i simboli della città all’interno e tanto altro.

Ma sulla 5th Avenue non sono solo le “windows” di Dior a dare spettacolo. Nella celebre via dell’alta moda Newyorkese sono tanti i negozi agghindati per le feste, con palazzi letteralmente impacchettati. Il consiglio è di passeggiare lungo la via più fashion della Grande Mela fino ad arrivare a Central Park. Qui, per chi ama pattinare, c’è un’altra storica pista dove volteggiare ammirando, da un lato lo skyline dell’Upper East Side di Manhattan e dall’altro le tante sfumature, dal giallo al marrone, che regala il parco nella stagione autunnale.

LE LUCI DI MACY’S E HUDSON YARDS

Altre tappe natalizie imperdibili sono: le vetrine del grande magazzino Macy’s (151 W 34th street) e le scintillanti decorazioni di The Edge, grattacielo di Hudson Yards con uno degli osservatori più celebri di New York. Poco distante c’è la famosa famosa High Line, un parco lineare di circa un chilometro e mezzo, costruito su un vecchio binario ferroviario (se avete tempo, merita). Tornando al The Edge, dentro questo grattacielo troverete un enorme centro commerciale addobbato di tutto punto per Natale.

A dominare luci di color oro che, dalle scale mobili alle vetrine, rivestono l’interno dell’intero complesso. Immancabile punto per un selfie (tanto che è stata posizionata proprio li di fronte una colonnina preposta allo scatto) un’enorme mongolfiera dorata, con dietro il Vessel, struttura futuristica nata come punto panoramico per i turisti, ma chiusa al pubblico a seguito di una serie di suicidi.

Visto che siete in zona, vi consiglio anche un salto a Little Island, il nuovo parco galleggiante di New York costruito su una sorta di palafitta sospesa sul fiume Hudson, che regala una vista mozzafiato sulla città. Per mangiare un boccone e fare acquisti in zona c’è il Chelsea Market, un’ex fabbrica di biscotti trasformata in mercato alimentare dove vennero inventati i biscotti Oreo. Anche qui le decorazioni natalizie non mancano.


2) 6TH AVENUE, DALLE PALLE DI NATALE NELLA FONTANA ALL’ALBERO DEL RADIO CITY HALL

Sulla 6th Avenue non si sa davvero dove posare lo sguardo. All’incrocio con la 49th street c’è la famosa fontana con dentro delle gigantesche palle di Natale. Poco più in là, sulla 48th svetta l’albero di Fox News con i nutcracker al fianco. Tra la 48th e la 49th streets un nuovo scintillante e dorato albero della Avenue of the Americas, dove è possibile anche fare delle foto infilandosi all’interno. Sulla 50esima strada infine il famoso albero del Radio City Hall e delle gigantesche caramelle e bastoncini colorati.

3) BRYANT PARK

Immancabile tappa in una vacanza natalizia a New York è Bryant Park. Il parco nel centro di Manhattan costeggia la splendida Public Library, la terza libreria più grande d’America, realizzata in stile beaux art, inaugurata a inizio ‘900 e set di tanti celebri film (l’accesso è gratuito. Se avete tempo entrate, è certamente da vedere). Per le feste Bryant Park diventa un grande mercato natalizio dove è possibile trovare di tutto, da cibo a vestiti. Al centro, anche qui, l’immancabile albero che sovrasta un’altra pista di pattinaggio (gratis per chi possiede pattini propri, piuttosto costosa per chi ha bisogno di affittarli). Intorno igloo di plastica riscaldate per chi difficilmente resiste alle basse temperature (a New York in questo periodo la colonnina di mercurio facilmente scende sotto lo zero, vestitevi adeguatamente. Consigliato l’abbigliamento ‘a cipolla’ perché nei negozi fa piuttosto caldo. Da non dimenticare assolutamente i guanti).

4) MERCATINI DI NATALE A NEW YORK

Oltre quello di Bryant Park, ci sono altri mercatini sparsi per la città. Anche Union Square è tappezzata di casette dove fare acquisti, così come Columbus Circle.

Un mercatino, con pista di pattinaggio annessa, si può trovare anche dentro all’Oculus di Calatrava, mastodontica stazione metro nata nel cuore del Word Trade Center dopo l’attacco alle torri gemelle. La spettacolare struttura ricorda le grandi ali di una fenice che risorge dalle ceneri di Ground Zero. All’interno oltre il mercato di Natale e la stazione metro, un enorme centro commerciale che ha sostituito quello che qui sorgeva prima dell’attentato dell’11 settembre.

5) DYKER HEIGHTS

Last but not least, l’imperdibile Dyker Heights, il quartiere più natalizio d’America. Qui la realtà lascia spazio alla fantasia. Ville sontuose vengono illuminate a festa dai proprietari che spendono migliaia di dollari in sontuose e stravaganti decorazioni ed elettricità. Dal tramonto fino intorno alle 21, è possibile passeggiare per questo quartiere a sud di Brooklyn e respirare la magia del Natale.

COME ARRIVARE A DYKER HEIGHTS

Il modo più semplice per arrivare a Dyker Heights è prendendo parte a dei tour organizzati in partenza da Manhattan, ma chi ha tempo e intraprendenza può andare anche da solo, tenendo conto che ci vuole almeno un’oretta dal centro di New York. Se si è dei camminatori allenati si può prendere la metro (linee R o W) e poi fare una passeggiata di circa 20 minuti fino a destinazione. Altrimenti c’è un bus, l’X28, che dall’Upper East Side arriva fino a Bay Bridge (scendere a 86 ST/14 AV). Le case illuminate a festa nel quartiere di Dyker Heights si trovano prevalentemente tra la 11th e 13th Avenue e tra la 80th e 86th street.


Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it