Migranti, comitato ordine e sicurezza: sbarchi in calo dell’85%

L’immigrazione è stata al centro del Comitato nazionale per l’ordine e la sicurezza presieduta oggi dal ministro dell’Interno Matteo Salvini
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Dal 1 gennaio al 10 giugno 2019 il flusso via mare verso le coste meridionali dell’Italia ha registrato una diminuzione pari a meno 85,05% rispetto allo stesso periodo del 2018. L’immigrazione è stata al centro del Comitato nazionale per l’ordine e la sicurezza presieduta oggi dal ministro dell’Interno Matteo Salvini.

La riunione con i vertici delle Forze Armate, delle Forze dell’Ordine e dell’Intelligence ha permesso un approfondimento sui flussi migratori e in particolare sul fenomeno degli sbarchi fantasma. Dai dati emerge chiaramente che questa tipologia di arrivi è in forte diminuzione.

Particolare attenzione è stata rivolta all’analisi della frontiera slovena: al confine saranno rafforzate le pattuglie miste italo-slovene e saranno attivati programmi ad hoc per i rimpatri assistiti.

Buone notizie dall’estero, grazie ad alcune operazioni contro i trafficanti di esseri umani in Turchia sono state smantellate bande specializzate curdo-irachene.

Continua anche la lotta agli scafisti: 27 arresti dall’inizio dell’anno, in maggioranza russi e ucraini. Non solo: nelle prossime settimane saranno consegnati dall’Italia alla Libia dieci mezzi.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

11 Giugno 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»