Gentiloni: “Pil Italia -8,8% nel 2020, previsto +3,4% nel 2021”

Rialzo del 3,5% anche nel 2022, ma le stime non considerano gli investimenti del Next Generation Eu
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Di Alessio Pisanò

BRUXELLES – Secondo la Commissione europa il Pil italiano si è contratto dell’8,8% nel corso del 2020 ma crescerà del 3,4% nel 2021 visto “il riporto negativo del quarto trimestre 2020 e la partenza debole di quest’anno”. Nel 2022 si attende un aumento del 3,5% ma queste stime “non includono le misure del Next Generation Eu” che si stima possa far rivedere le cifre al rialzo. I dati, annunciati in conferenza stampa dal commissario Ue agli Affari economici Paolo Gentiloni, fanno parte delle previsioni economiche d’inverno della Commissione europea.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»