Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

La campagna ‘Accogliamoci’ è una boccata d’aria. Parola di Cisco

La videointervista dell'artista rilasciata alle telecamere di diregiovani.it in occasione del suo concerto all'Eutropia Festival di Roma
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Venendo dal profondo nord, sentendo voci che girano dalle nostre parti sull’argomento, su Rom e profughi, essere qui è una boccata d’aria”. Stefano Bellotti è da sempre vicino al sociale. Più famoso come Cisco, ex cantante dei Modena City Ramblers, da qualche anno ha scelto la carriera solista: 4 gli album pubblicati, l’ultimo ‘Matrimoni e Funerali’ lo sta portando in giro per il Paese in tour. Una delle ultime date è a Roma è all’Eutropia Festival, dove si è chiusa la campagna ‘Accogliamoci’, promossa dai Radicali, a favore dell’accoglienza dei rifugiati e per il superamento dei campi Rom. Per concerto gratuito, sul palco, appunto, Cisco e la sua band.

“Se su Roma partono queste iniziative, rivolte a Roma, possono essere cose che vengono amplificate- spiega Cisco a Diregiovani.it- È facile cadere nel qualunquismo parlando di certi argomenti. Il problema è grosso, però credo che l’uomo sia fatto per risolvere questi problemi. Si parte da Roma, dalla Capitale, da una città che di problemi ne ha, con la voglia di risolvere i problemi senza populismi. Ma anche senza troppi buonismi, ma da uomini”. Una critica va fatta al mondo della politica: “C’è sempre qualcuno, anche dalle nostre parti, in cerca di voti: si cavalcano nefandezze per dei voti in più”. Ultimamente sono volate parole grosse: dall’auspicio dell’intervento di ruspe, all’appellativo ‘infame’. Per Cisco “si è abbassato il livello, il linguaggio è bassissimo. Anche quelle persone estreme che dicono nefandezze spropositate, lo sanno che lo stanno facendo”.

 

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»