Boris Johnson curato da medico calabrese, Salvini: “Il bello dell’Italia nel mondo”

Lo dice il leader della Lega Matteo Salvini, a proposito del dottor Luigi Camporota, pneumologo che sta curando il primo ministro inglese
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – “Siamo orgogliosi dei nostri professionisti che si fanno onore davanti al mondo: complimenti al medico calabrese Luigi Camporota che sta curando Boris Johnson. È anche questo il bello dell’Italia e della Calabria nel mondo. I nostri cervelli, le nostre capacità, il nostro lavoro. Chi lo spiega a quelli che all’estero dicono e scrivono “italiani mafiosi e spendaccioni”?”. Lo dice il leader della Lega Matteo Salvini, a proposito del dottor Luigi Camporota, pneumologo che sta curando il primo ministro inglese Boris Johnson.

CATANZARO PRONTA A RENDERE OMAGGIO AL PROPRIO CONCITTADINO

Luigi Camporota, il medico esperto di terapia intensiva che sta curando il premier inglese Boris Johnson, sarebbe dovuto rientrare a Catanzaro per trascorrere le vacanze pasquali ma l’emergenza coronavirus ne ha vietato la possibilità. Nel capoluogo di regione Camporota è nato e si è formato laureandosi in medicina nel 1995 all’Università Magna Graecia e qui risiedono la madre ed un fratello minore, Paolo.

“Quanto l’emergenza finirà siamo pronti ad accoglierlo per festeggiarlo e rendergli omaggio”. Così alla Dire il sindaco Sergio Abramo che, parlando del suo figlio illustre annoverato anche dal Times e che di diritto rappresenta la scuola catanzarese di Medicina, aggiunge: “Per tutta la nostra comunità è una notizia molto positiva, che testimonia come il livello di preparazione e di studio offerto dal nostro ateneo sia grado di formare medici che riescono ad affermarsi in tutto il mondo”.

SANTELLI: “CAMPOROTA RAPPRESENTA LA CALABRIA MIGLIORE”

“Siamo orgogliosi che in queste ore il nome della Calabria sia legato a Luigi Camporota, il medico di origini catanzaresi che ha in cura il premier britannico Boris Johnson. Ne siamo fortemente orgogliosi perchè è questa Calabria operosa, delle intelligenze e delle professioni, che finalmente deve poter venire a galla come esempio positivo di una regione che merita un futuro migliore”. Così la governatrice Jole Santelli che aggiunge: “Un medico calabrese, figlio del nostro sistema universitario, un luminare della ventilazione polmonare che con la sua alta professionalità rappresenta un fiore nel deserto di questo Covid-19, dal quale la Calabria deve poter rinascere”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

10 Aprile 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»