Berdini: “Killeraggio, ma resterò assessore 5 anni”

L'assessore all'Urbanistica torna anche sull'emergenza casa: " L'housing sociale è una truffa. Servono le case popolari"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

berdini_paolo_roma


ROMA – “Resterò per cinque anni a fare l’assessore nonostante una pressione che è infernale. Un killeraggio dei giornalisti che dà fastidio alle persone per bene”. Cosi l’assessore all’Urbanistica di Roma Capitale, Paolo Berdini, in occasione di un dibattito sul futuro della città alla fiera “Più libri più liberi”.

“Riusciamo a creare eccellenza anche a Roma? A Tor Vergata ci sono 300 ettari pubblici su cui possiamo costruire due straordinarie cliniche. In tre anni- aggiunge Berdini- possiamo mettere la prima pietra di una clinica che curi, ad esempio, una città che sta invecchiando. Su questo andremo avanti come treni. Ci sto lavorando con un’immensa forza”.

SERVONO 10.000 ALLOGGI POPOLARI, HOUSING È TRUFFA

L’assessore all’Urbanistica del comune di Roma affronta infine il tema delle case popolari, tornato alla ribalta dopo le contestazioni avvenute a San Basilio nei giorni scorsi. “Abbiamo bisogno di 10.000 alloggi per chiudere questa emergenza casa. Il comparto delle case popolari- conclude- è stato smantellato per l’ideologia folle secondo cui tutti avevano un reddito. L’housing sociale è una truffa. Servono le case popolari“.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»