Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Ambiente, Giunta adotta piano per la gestione delle coste

POTENZA - Al fine di promuovere la tutela, la valorizzazione e
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

parco-costa-teatinaPOTENZA – Al fine di promuovere la tutela, la valorizzazione e la razionale utilizzazione della zona costiera e delle sue risorse, la Giunta Regionale ha adottato il progetto relativo al Piano di Gestione delle Coste della Basilicata.
Il Piano costituisce lo strumento normativo, tecnico-operativo e finanziario mediante il quale sono programmati gli interventi diretti alla tutela e valorizzazione delle aree costiere. In particolare, individua i principali usi in atto e la dimensione delle attività economiche che insistono sulle aree costiere e verifica le condizioni attuali del litorale regionale, in relazione ai fenomeni di erosione e di arretramento della linea di costa. Di grande importanza la definizione, previa valutazione ambientale strategica, così come previsto dalla normativa comunitaria, di un programma di interventi a medio e lungo termine per la difesa complessiva della costa, con la valutazione dei relativi costi. Il piano, infine, definisce le modalità di monitoraggio delle dinamiche litoranee con particolare riferimento alle modifiche indotte dagli interventi realizzati di difesa del litorale dall’erosione marina e di ripascimento del litorale.
A illustrare le azioni e gli interventi disciplinati dal Piano è l’assessore regionale all’Ambiente, Aldo Berlinguer: “Con questo piano puntiamo fondamentalmente a raggiungere quattro obiettivi: la difesa del litorale dall’erosione marina e al ripascimento degli arenili; l’armonizzazione dell’utilizzazione pubblica del demanio marittimo con lo sviluppo turistico e ricreativo della zona costiera, tenendo conto anche di quanto stabilito dagli strumenti  di pianificazione vigenti; la salvaguardia degli insediamenti civili, produttivi e delle infrastrutture purché gli strumenti di pianificazione vigenti non contengano precise scelte di delocalizzazione per il ripristino dell’originario stato naturale delle cose; la riqualificazione ambientale dei tratti di costa emersa e sommersa. Dobbiamo tenere insieme tutela e sviluppo dei nostri litorali: ricchezza inestimabile della Regione Basilicata”.
Soddisfazione per l’adozione del piano viene espressa dal Presidente della Regione Basilicata, Marcello Pittella. “Con questo strumento facciamo un altro grande passo in avanti nella tutela e nella valorizzazione dei nostri litorali recuperando anche ritardi che si erano accumulati. Finalmente – aggiunge Pittella – la nostra regione si prepara a dotarsi di uno strumento che mette ordine nella gestione dei litorali, rafforza le azioni di tutela e incrocia positivamente gli interessi degli operatori turistici. La Basilicata può contare su uno straordinario ed eterogeneo patrimonio costiero che alimenta economia e occupazione nell’industria della vacanza e non solo. Con le sfide che abbiamo davanti e che stiamo già vivendo, come la crescita esponenziale dei turisti, era indispensabile costruire uno strumento normativo che mettesse finalmente ordine in questo settore”.
Il Piano dovrà essere successivamente assoggettato alla procedura di Valutazione Ambientale Strategica (VAS), considerato che interviene nella pianificazione territoriale delle fasce costiere ionica e tirrenica e, come tale, rientra nell’ambito di applicazione del D.Lgs 152/06 (così come modificato dal D.Lgs. n. 128 del 2010). All’approvazione del Piano provvederà il Consiglio Regionale.
 “Inizia ora la fase concertativa – conclude l’assessore Berlinguer – in cui le comunità e i territori dovranno essere protagonisti, non spettatori dell’elaborazione del piano”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»