Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Marcucci: “Rischio per Conte se saliamo al Quirinale senza un accordo politico”

Il capogruppo del Pd al Senato: "Penso che il paese non si possa permettere le elezioni, ma serve un governo diverso rispetto a quello delle ultime settimane"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Se si aprisse la crisi, Renzi rinuncerebbe al colpo dello scorpione, cioe’ la sostituzione di Conte con un altro premier? “Se si va all’ipotesi del Conte ter con un accordo politico, credo che ci sia un accordo e non penso che ci possano essere dubbi sulla lealta’ delle forze politiche”, risponde Andrea Marcucci a Rainews24.

Se invece saliamo al Quirinale senza un’ipotesi preordinata, allora ci sono rischi“, aggiunge.

CONTE SI PUO’ SALVARE, MA ESECUTIVO DEVE CAMBIARE

“Il Pd e’ unito sulle posizioni del segretario”, dice il capogruppo del Pd al Senato. “Noi riteniamo che ancora oggi si possa salvare questa esperienza di governo. Penso che il paese non si possa permettere le elezioni, ma serve un governo diverso rispetto a quello delle ultime settimane. Che poi sia il Conte due rivisitato o il Conte ter per me e’ assolutamente irrilevante”, aggiunge Marcucci.

Quindi per il Pd vale l’alternativa “o Conte o voto?”. “Chi e’ cauto in politica non fa previsioni“.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»