Aeroporto di Bologna, i doganieri sequestrano 160.000 euro

Si tratta di due viaggiatori, uno veniva dal Brasile e l'altro da l'Iran
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

soldi

BOLOGNA – Ancora ingenti sequestri di valuta all’aeroporto Marconi di Bologna. Negli ultimi giorni i funzionari dell’Ufficio delle Dogane di Bologna, fa sapere la Guardia di finanza, hanno sequestrato poco meno di 160.000 euro di valuta non dichiarata.

Nel primo caso si è trattato di un cittadino italiano di rientro dal Brasile, con scalo a Roma, che è stato trovato in possesso di 266.000 euro in banconote di grosso taglio.

Anche nel secondo caso il passeggero era un cittadino italiano, in arrivo dall’Iran via Francoforte, trasportando una somma superiore a 72.000 euro, ben occultati sulla persona e all’interno del bagaglio a mano.

In entrambi i casi in conseguenza della violazione alla normativa valutaria, che stabilisce l’obbligatorietà della dichiarazione doganale per i trasferimenti di denaro contante pari o superiori a 10.000 euro, si è proceduto al sequestro del 50% dell’eccedenza, per un importo complessivo pari a 159.482 euro.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»