Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Il “Salvator Mundi” di Leonardo acquistato da un principe saudita

L'opera verrà esposta al Louvre di Abu Dhabi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Finalmente svelato il mistero intorno al misterioso acquirente dell’opera d’arte più costosa al mondo. Ad essersi aggiudicato il “Salvator Mundi” di Leonardo da Vinci sarebbe un quasi sconosciuto principe saudita. Il suo nome è Bader bin Abdullah bin Mohammed bin Farhan al-Saud e finora non si hanno notizie circa un suo interesse pregresso in campo artistico.

Leggi anche  “Salvator Mundi” di Leonardo da Vinci venduto per 450 milioni di dollari: è record storico

La notizia arriva dal New York Times che ha rivelato come il mistero circa l’acquisto dell’opera d’arte sia legato agli intrighi di palazzo in Arabia Saudita. Il principe avrebbe comprato un’opera decisamente anti-islamica in un momento piuttosto delicato per il Paese, scosso da una decisa campagna anticorruzione. Il giornale ha anche rivelato l’amicizia che lega il principe saudita al leader della purga, il 32enne principe della corona Mohammed bin Salman.

L’opera verrà esposta al Louvre di Abu Dhabi

La casa d’aste Christie’s di New York, che ha battuto l’opera per la cifra di 450,3 milioni di dollari, non ha finora confermato l’identità del suo compratore, così come Bader che non si è espresso in merito. Confermato invece il trasferimento del “Salvator Mundi”  presso il Louvre di Abu Dhabi: la notizia è stata annunciata via Twitter dal museo arabo.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»