NEWS:

Ultimo torna a Napoli (questa volta in moto con il casco) per un live nei Quartieri Spagnoli

Il cantautore si è esibito al Foqus, progetto di rigenerazione urbana nei Quartieri Spagnoli

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

Foto di Ultimo al Foqus di Giulia Parmigiani

ROMA – Nuova sorpresa per i fan napoletani da parte di Ultimo. Il cantautore è tornano nel capoluogo campano per un live nei Quartieri Spagnoli. Il 27enne è arrivato in moto, questa volta con il casco, facendo dimenticare le polemiche dello scorso maggio quando l’artista era stato avvistato in sella con altri due amici.

Niccolò si è esibito al Foqus, cuore pulsante dei Quartieri Spagnoli, per dimostrare tutta la sua vicinanza a una realtà che sa bene cosa vuol dire sentirsi “ultimi”, una realtà fatta di giovani a cui viene data nuova luce verso un futuro illuminato e lontano dalla strada. Una causa alla quale l’artista ha scelto di dare tutto il suo sostegno attraverso una particolare iniziativa che accompagnerà tutte le festività.

COS’È FOQUS

Foqus – Fondazione Quartieri Spagnoli onlus è un progetto di rigenerazione urbana nei Quartieri Spagnoli di Napoli, promosso e realizzato da imprese e privati, che promuove nuove imprese e auto-imprenditorialitànuova occupazione (in settori di alta qualificazione e nuove professionalità) e insediamento di imprese e istituzioni pubbliche e private (di formazione, istruzione, servizi alla persona e alla città) che trasformano e rinnovano le funzioni e la destinazione dei 10.000 mq dell’ex Istituto Montecalvario

Foqus ha rigenerato un luogo – raccolto vuoto, privo di funzioni e futuro – trasformandolo in una comunità produttiva, creativa, di cura e formazione della persona, che partecipa al cambiamento dei Quartieri Spagnoli. Tra i grandi traguardi raggiunti la nascita di Eduqa, la prima scuola d’Italia a vocazione ambientale. 

L’ESIBIZIONE DI ULTIMO

Niccolò è salito sul palco della Corte del Foqus introdotto dalle parole di Renato Quaglia, direttore della struttura, deus ex machina dietro al progetto a cui si dedica interamente da anni: “Abbiamo raccontato a Ultimo che nei Quartieri Spagnoli l’illuminazione pubblica è arrivata molto tardi. Dato il suo legame speciale con Napoli ha avuto piacere di regalare una sua performance a questo luogo regalando un’installazione che portasse simbolicamente la luce in questo luogo e che resterà in dotazione al Foqus per accompagnare le feste”.

LEGGI ANCHE: Ultimo torna con “Occhi Lucidi”. Nel videoclip Maria Esposito di “Mare Fuori”

L’installazione sarà visibile all’interno della Corte del Foqus, sempre aperta al pubblico, pronta ad accogliere i napoletani che vorranno non solo visitarla ma interagire: “Gli ombrelli che vedete incorniciati dalle luminarie, richiamano la grande tradizione degli ombrellai storicamente portata avanti in questa zona, che qui assumono la funzione di ‘acchiappa sogni’, speciali contenitori a disposizione di tutti, per accogliere le missive di chi durante le feste vorrà inserire i propri ‘Sogni appesi’, come cita una delle canzoni più importanti di Niccolò. Questa suggestiva iniziativa prende il nome di ‘Sogni appesi al Foqus’ e per questo pensiero così delicato nei confronti di una realtà così fragile e lontana dalle luci sfavillanti di via Toledo, lo vogliamo ringraziare di cuore, e invitiamo tutti a braccia aperte a partecipare unendo i propri sogni”.

Una sorta di fiaccola simbolica da tenere in vita grazie al pubblico del cantautore e al calore che la città di Napoli vorrà dimostrare a questa iniziativa, che tiene accesa una luce su una realtà che merita di essere vista e sostenuta.

Ultimo è salito sul palco davanti alle centinaia di fan che si sono radunati nella Corte, ai quali ha dedicato piano e voce un’emozionante interpretazione del nuovo singolo, “Occhi Lucidi”, oltre a “Vieni nel mio cuore”, “La stella più fragile dell’universo” e “Sogni appesi”.

MI SONO SEMPRE SENTITO IN DEBITO CON NAPOLI

“Mi sento sempre in debito con Napoli per l’amore che mi ha sempre dato- ha scritto Ultimo su Instagram- Quando stava per uscire Occhi Lucidi mi hanno chiesto cosa volessi fare per promuovere il brano e allora ho cercato di far combaciare il lancio della canzone con qualcosa che potesse rimanere nel tempo. Appena ho saputo che avrei potuto contribuire a illuminare questo posto speciale nei Quartieri Spagnoli, che non aveva previsto alcun tipo d’illuminazione, l’ho voluto subito fare. Perché sono affascinato da questi vicoli e perché quando nasci in questo tipo di realtà, so che nessuno ti regala niente. So bene che non ho salvato il mondo, ma ho sempre associato le luci di natale alla ‘bellezza’ e vorrei che tutte le vie del mondo sotto natale ne fossero piene! E portare queste luminarie in un centro come il Foqus che si occupa di garantire un futuro a chi un futuro sembrava non averlo mi è sembrato un bel modo per urlare a tutti che sì siamo ultimi…. ma mai senza luce“. Ultimo ha salutato la folla presente ad accoglierlo. Tra questi anche un bambino vesito come lui.

 

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it