NEWS:

Con Settenove le librerie diventano ‘Rifugi’ per prevenire la violenza di genere

La casa editrice festeggia i suoi primi dieci anni e dà il via al progetto in collaborazione con Emme Promozione e Percorso Donna aps

Pubblicato:06-10-2023 13:41
Ultimo aggiornamento:06-10-2023 13:41
Autore:

Settenove logo i Rifugi
FacebookLinkedInXEmailWhatsApp

ROMA – Un piccolo circuito di librerie formate sui temi della discriminazione e della violenza di genere saranno in grado di offrire supporto e orientamento alle donne sui servizi della rete antiviolenza territoriale. Succede grazie al progetto ‘i Rifugi’, promosso dalla casa editrice Settenove, in collaborazione con Emme Promozione e Percorso Donna aps, che festeggia così i suoi primi dieci anni di lavoro culturale, editoriale, di formazione e sensibilizzazione dedicato alla prevenzione delle discriminazioni e della violenza di genere.
Le librerie diventano così presidi culturali e sociali per promuovere una cultura della libertà e dell’autodeterminazione; per agire attivamente offrendo competenza, comprensione e supporto.

LA FORMAZIONE PER IL PROGETTO I RIFUGI

Il percorso dedicato a libraie e librai prevede una formazione di base sulla parità di genere nella cultura e nella comunicazione, a cura di Settenove, e una formazione specifica sul riconoscimento della violenza e le informazioni per poter orientare le donne vittime di violenza, a cura di Percorso Donna aps, associazione attiva nel contrasto alla violenza di genere nei territori, mediante il lavoro nel Centro antiviolenza provinciale di Pesaro e percorsi di sensibilizzazione nelle scuole di ogni ordine e grado.
Per ogni libreria aderente, Settenove donerà un libro alla Casa rifugio territorialmente più vicina, per contribuire ad avviare una collaborazione di rete tra realtà dello stesso territorio per il contrasto alla violenza di genere e alla violenza maschile contro le donne.
Le librerie che diventano ‘i Rifugi’ saranno contrassegnate da un logo rosso in vetrina, avranno un pannello visibile e cartoline a disposizione della clientela con i numeri utili antiviolenza in varie lingue, realizzati dalla fumettista Cristina Portolano che ha aderito con entusiasmo all’iniziativa.

Portolano per Settenove

“La collaborazione della casa editrice con i Centri antiviolenza e le Case rifugio– spiega in una nota Settenove- conferma l’importanza della cooperazione e dell’agire insieme per una società equa nei diritti, e il contributo importante che ‘la rete’ ha apportato al percorso di Settenove”.
La mappa delle librerie aderenti al progetto è sul sito settenove.it.


Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it


California Consumer Privacy Act (CCPA) Opt-Out IconLe tue preferenze relative alla privacy