Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

‘Domicilio coatto’, la web serie sbarca all’isola del cinema

ROMA - “Chi è Rocco Gagliardi? È un coatto, ma dai sentimenti buoni. Un padre di famiglia che
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Chi è Rocco Gagliardi? È un coatto, ma dai sentimenti buoni. Un padre di famiglia che esce di prigione ed è costretto al ‘domicilio coatto’, cioè agli arresti domiciliari. Lui torna a casa pensando di riprendere una vita normale, cosa che invece assolutamente non accade, perché ritrova i suoi due scagnozzi di sempre che non hanno mai abbandonato i loro traffici”. A raccontare il suo personaggio alla Dire è Leonardo Sbragia, protagonista della divertente web serie ‘Domicilio Coatto’, diretta da Andrea Cima e Ludovica Ortame, insieme agli attori Federica Lenzi, Elio Pagano e Fortunato Marco Iannaccone. Prodotta da Susanna Vicentini, la serie ‘criminale’ ha riscosso un grande successo tra gli utenti del web e domani, domenica 7 agosto alle 22, le sei puntate della prima stagione saranno proiettate in una sorta di lungometraggio di circa 80 minuti all’Isola del Cinema di Roma, presso l’Isola Tiberina. Ma non solo: ‘Domicilio Coatto’ è anche in gara per la prossima edizione del ‘Roma Web Fest’, il primo festival italiano dedicato alle web serie.


Federica Lenzi interpreta invece Gioia, la mogliettina innamorata di Rocco e un po’ svampita… “Lei vive nel suo mondo che si è costruita- spiega l’attrice- è una coatta un po’ evoluta, molto dolce e rassicurante, sempre sorridente e gentile. Rocco a volte la tratta in maniera un po’ aggressiva: lui è il classico uomo che non deve chiedere mai, ma a lei piace perché la fa sentire sicura. È un personaggio che mi è piaciuto molto interpretare, anche perché abbiamo delle caratteristiche in comune: non sono coatta ma un po’ svampita sì, mentre come lei ho amore per le piante, l’erboristeria e il pilates”. C’è poi il brigadiere Ajello, interpretato da Elio Pagano, il più serio e ferreo tra tutti i personaggi… “Ajello è il tipico brigadiere, siciliano come me- dice Pagano- serioso ma dal cuore tenero. Con Rocco c’è una sorta di sintonia e lui è diventato un po’ la sua ragione di vita: da quando è agli arresti domiciliari, il brigadiere non fa che pensare a Rocco. Lo vuole trovare in fallo, ma nello stesso tempo spera di no…”.


Altro protagonista della web serie ‘Domicilio Coatto’ è l’appuntato Ciotti, interpretato invece da Fortunato Marco Iannaccone, che racconta: “Il mio personaggio è un bonaccione- sottolinea- diciamo che con l’appuntato Ciotti porto la ‘bonacciaggine’, lasciatemi passare il termine, a livelli esorbitanti. È un fan della naturopatia e dei consigli di Gioia, che si ritrova in questa situazione ma che è il classico carabiniere che ha fatto il concorso per trovare un posto di lavoro. Affronta un po’ tutto con la semplicità e la leggiadria di un bambino di 130 chili e si abbandona al flusso della vita di questi personaggi”. Ma ci sarà una seconda stagione? “Deve esserci- risponde infine Iannaccone- La seconda stagione si farà perché la serie è troppo bella! Se non lo pensate dopo averla vista, mi potete pure picchiare, non reagirò. Ma sono certo che non accadrà”.

di Carlotta Di Santo, giornalista professionista

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»