Studentessa intervista giovane calciatrice: “Vince chi mette il cuore”

L'alunna dell'istituto Piazzi Lena Perpenti di Sondrio ha raccontato l'esperienza di Jessica Ciano
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Sarà stata l’irrefrenabile passione per il calcio o forse, il talento dimostrato con l’entrata nella prima squadra del Tabiago Femminile, quando c’è stato bisogno di scegliere chi intervistare per l’articolo da pubblicare su ‘La scuola fa notizia‘, Sofia Casari dell’istituto ‘Piazzi Lena Perpenti’ di Sondrio, non ha esitato nemmeno un istante a fare il nome di Jessica Ciano.

Classe 2006, esterno alto sinistro del Tabiago femminile, Jessica ha parlato del suo rapporto con il calcio e di come, poco alla volta, si stia trasformando in un vero e proprio lavoro. Una passione nata vedendo altri giocare e poi giocando lei stessa a partire dai cinque anni: “Ho iniziato nella Polisportiva 2001 e sono stata lì per sette anni, poi ho fatto un anno nella Zanetti e due a Tabiago dove gioco tutt’ora”. Non mancano certo le difficoltà, dovute – nel suo caso – ad essere la più piccola della squadra: “All’inizio non volevo accettare la proposta perché ero la più piccola, però poi ho preso coraggio e ho deciso di provare anche se c’è tanta differenza di età e ogni partita è sempre una grande emozione”, ha raccontato Jessica a Sofia.

Per il futuro Jessica sogna una squadra come la Juve o l’Inter ma soprattutto l’entrata in nazionale; e, il suo idolo, nonostante la fede bianconera, resta Zlatan Ibrahimovic. Di emozioni Jessica ne ha vissute tante, dentro e fuori il campo di calcio: “Però credo- racconta- che la più grande sia stata quando sono entrata nel CFT (campo di formazione tirocinanti)”. Ma ammette che anche nei pre-partita nello spogliatoio non mancano momenti di adrenalina: “Nei pre-partita ho sempre tanti pensieri. Sono sempre abbastanza preoccupata perché quando ero con le giovanissime le avversarie erano molto più gestibili, mentre adesso avendo più esperienza ed essendo molto più grandi mi mettono in soggezione. La canzone che mi carica di più è ‘scuola calcio’ di Raige”.

La risposta più sentita arriva quando la giovane Sofia le chiede cosa il calcio rappresenti per lei: “Il calcio per me è tutto, viene prima di qualsiasi cosa. È coraggio, determinazione, pazienza e astuzia”, spiega. Un mix di emozioni che “fanno pulsare il cuore” e un unico obiettivo: “Portare a casa il risultato”. Perché Sofia è convinta che “solo chi vince viene ricordato e solo chi ci mette il cuore raggiunge il più alto risultato”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»