NEWS:

Sangiuliano in visita a Pompei: “Orgogliosi di quanto fatto, chiederò all’Ue altre risorse”

Il ministro della Cultura oggi in visita al Parco archeologico con la commissaria Ue alla Coesione e alle Riforme Elisa Ferreira

Pubblicato:04-10-2023 11:51
Ultimo aggiornamento:04-10-2023 12:52
Autore:

sangiuliano-pompei
FacebookLinkedInXEmailWhatsApp

NAPOLI – “Dobbiamo essere orgogliosi di quello che siamo riusciti a fare a Pompei. Soprattutto spendere con onestà, con efficacia e producendo dei risultati che sono tangibili e si possono vedere, ma che poi sono confermati dalla grande affluenza di pubblico che quotidianamente c’è a Pompei”. Lo ha detto, nel corso di una visita oggi al Parco archeologico con la commissaria Ue alla Coesione e alle Riforme Elisa Ferreira, il ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano. “Pompei – ha aggiunto il ministro – ha sempre un’elevata affluenza perché è diventato un luogo iconico in tutto il mondo, rappresenta una storia, un’identità molto profonda”.

“Il commissario ha potuto toccare con mano che i fondi sono stati efficacemente spesi, hanno riportato Pompei al prestigio che merita e io adesso chiederò al commissario altre risorse, perché dobbiamo mantenere questo livello di cura- ha aggiunto il ministro. “Dobbiamo mantenere questa elevata qualità, dobbiamo proseguire gli scavi e – ha aggiunto Sangiuliano – fare ulteriori opere di valorizzazione. Io sono stato a Paestum, dove abbiamo presentato il nuovo allestimento del museo, e anche qui abbiamo tante idee. Il direttore del parco archeologico Gabriel Zuchtriegel ha un programma di lavoro. Adesso chiederemo di finanziare questo programma di lavoro per portare Pompei sempre più in alto”. 

CAMPI FLEGREI. SANGIULIANO: MINISTRO NON È TUTTOLOGO, AFFIDIAMOCI A SCIENZA

“La situazione dei Campi Flegrei la devono valutare agli scienziati. Un ministro serio si affida alla scienza e non fa il tuttologo”, ha dichiarato il ministro riguardo lo sciame sismico che sta interessando il territorio.


CAMPI FLEGREI, SANGIULIANO: INSEDIATA COMMISSIONE MONITORAGGIO BENI CULTURALI

Un monitoraggio dei beni culturali in relazione al bradisismo nei Campi Flegrei? Questo lo stiamo facendo“, ha spiegato il ministro della Cultura. “Il mio capo di gabinetto – ha annunciato – ha insediato proprio ieri una commissione. Ci incontreremo, valuteremo con i tecnici e terremo tutto sotto controllo”. Il ministro, infine, ha ricordato che “in questi casi la prima cosa è pensare alle persone, ai bisogni e alle necessità delle persone, poi ovviamente anche al nostro patrimonio”.

COMMISSARIA UE: NON VOGLIAMO CHE GIOVANI QUALIFICATI VADANO VIA 

“Il livello europeo, nazionale e regionale devono lavorare insieme perché le Regioni più deboli possano avere crescita, lavoro per i più giovani, che devono essere ben pagati e condurre buone condizioni di vita. Senza questo i giovami qualificati vanno via e non è quelll che vogliamo”, ha detto la commissaria europea alla Coesione e alle Riforme Elisa Ferreira. Per Ferreira anche “la cultura può avere un ruolo importante” ma, ha aggiunto, “lo sviluppo del Mezzogiorno è nelle vostre mani”.

COMMISSARIA UE: PIÙ FONDI? MAI COSI TANTI PER ITALIA E SUD

L’Italia in questo momento, con il Recovery Plan e la programmazione 2021-2027, ha la più grande quantità fondi di sempre, per il Sud Italia è allocata una grande quantità di soldi”, ha spiegato la commissaria europea alla Coesione e alle Riforme. I fondi “non possiamo gestirli da Bruxelles, noi abbiamo bisogno di voi – ha aggiunto Ferreira -, delle Regioni, dei Comuni e degli attori del territorio”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it


California Consumer Privacy Act (CCPA) Opt-Out IconLe tue preferenze relative alla privacy