Vaccini, il ministro Fedeli: “Mi spiace per chi perderà il nido”/VIDEO

Il bambino in questo modo "perde un'occasione di socialità e di avviare un percorso educativo"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

TRIESTE – “Il genitore dev’essere consapevole della scelta che fa, non nascondo il dispiacere per i bambini” che dovessero restare fuori da nido o materna per volontà dei genitori di non vaccinarlo. Valeria Fedeli, ministro dell’Istruzione, torna sul tema vaccini ed in particolare rivendica l’operato del Governo e del ministero della Salute, per “facilitare, informare e coinvolgere le famiglie dando strumenti concreti. Attraverso l’autocertificazione– prosegue Fedeli- abbiamo garantito ai genitori la ‘pezza d’appoggio’ per poi procedere con i vaccini visto che non tutti hanno gli stessi strumenti di informazione”.

La ministra, intervenuta a margine del 52esimo seminario di lingua e cultura slovena in corso a Trieste, rimarca che “la scelta del Parlamento è giusta, le famiglie devono essere consapevoli e informate se scelgono di non vaccinare il proprio figlio. Mi spiace sicuramente per il bambino che non può frequentare il nido e perde occasione di socialità e di avviare un percorso educativo“. La ministra ringrazia anche il garante della privacy per la rapida risposta, un segnale che tutto il sistema dello “Stato ha operato per l’attuazione della legge”.

di Andrea Pierini, giornalista


LEGGI ANCHEVaccini, per iscrivere i figli a scuola basta mail che attesti la richiesta, o autocertificazione

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»