Campidoglio, rinviato il regolamento sulle slot machines

Tra le proposte anche una campagna di sensibilizzazione nelle scuole
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Slitta da parte della commissione Politiche sociali e Salute del Comune di Roma il parere favorevole, sul regolamento delle sale da gioco e giochi leciti. Il via libera per l’approdo in aula al provvedimento, che mira a regolamentare le sale slot e il gioco d’azzardo, arriverà probabilmente il prossimo 10 gennaio. Quando la commissione si riunirà nuovamente per ascoltare i consiglieri di Fratelli d’Italia, firmatari delle cosiddette ‘linee guida’ che mirano a modificare parte del provvedimento o a integrarlo. Intanto, è arrivato il parere favorevole dei Municipi I, V, VI, VII, VIII, IX, XIV e XV. Dal Municipio I, il più coinvolto dal provvedimento, il sì è tuttavia subordinato all’accoglimento di alcune proposte di modifica.

Tra queste, una campagna di sensibilizzazione nelle scuole, un censimento di tutte le sale slot e apparecchi esistenti e un corso di formazione rivolto alla Polizia locale per dare agli agenti gli strumenti per il contrasto alle sale abusive. Proposte che, ha riferito all’agenzia Dire la presidente della commissione, Maria Agnese Catini, “non andrebbero a modificare il testo del provvedimento ma a integrarlo e potenziarlo”. Questi i punti principali della proposta di regolamento: l’intera area del centro storico off limits per sale slot e slot machines. Queste ultime saranno bandite anche dalle aree pedonali e da un raggio di 500 metri dai luoghi sensibili (luoghi di culto, ospedali, scuole, università, giardini, parchi pubblici, spiagge e aree dove si pratica lo sport) di tutti i 15 i municipi della Capitale.

di Ugo Cataluddi, giornalista

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»