Pfas, Costa: “Danni ammontano a 136 milioni, ci costituiamo in giudizio”

Il processo è a carico della ditta responsabile dell'inquinamento, la Miteni
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA  – “Stamattina Ispra ci ha comunicato il dato sulla quantificazione dei danni causati dall’inquinamento da Pfas, danni che ammontano a 136,8 milioni per le tre province di Vicenza, Verona e Padova”. Sergio Costa, ministro dell’Ambiente, lo dice in audizione alla Commissione parlamentare di inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti e su illeciti ambientali ad esse correlati, la ‘Ecomafie’.

Leggi anche Il Veneto apre il bando per la ricerca degli effetti delle Pfas sulle persone

“Oggi quindi possiamo costituirci in giudizio con l’Avvocatura dello Stato nel processo a carico della ditta responsabile dell’inquinamento“, aggiunge Costa, cioè la Miteri, “per ottenere almeno quei 136,8 milioni che devono andare al ristoro del danno cagionato”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

31 Gennaio 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»