Roccagorga, operazione Gabbia: chiusa casa di riposo. Anziana picchiata e sequestrata a letto

Chiusa una casa di riposo a Roccagorga. La struttura per anziani è stata sequestratadai carabinieri del Nas di Latina per maltrattamenti su un ospite e sequestro di persona. Il caso, che se confermato sarebbe gravissimo, è emerso grazie all’attività investigativa del nucleo antisofisticazione. L’operazione “Gabbia” ha permesso di porre fine all’incubo in cui era caduta una donna che avrebbe invece dovuto essere assistita e protetta. Sette persone sono state arrestate in esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari emessa dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Latina, Pierpaolo Bortone, su richiesta del sostituto procuratore che ha coordinato le indagini, Simona Gentile.

Gli accertamenti sono partiti dalla denuncia dei familiari della signora. I militari hanno utilizzato intercettazioni telefoniche e ambientali audio e video che hanno permesso di cristallizzare gli episodi di violenza che sarebbero stati messi in atto dal titolare e dalle operatrici. La donna che non era autosufficiente, veniva sistematicamente tenuta ristretta nello spazio del suo letto, sul quale era stata realizzata una vera e propria gabbia: da qui il nome dell’operazione. In alcuni casi era stata chiusa a chiave nella sua stanza che era anche priva del bagno. Ma le violenze non si fermavano qui, sempre secondo gli investigatori infatti, la malcapitata sarebbe stata più volte schiaffeggiata, strattonata e anche ingiuriata. I suoi aguzzini sarebbero arrivati anche a tirarle i capelli.

A finire nei guai, oltre al titolare della struttura, anche la moglie, e 5 operatrici socio sanitarie: 2 italiane e 3 di nazionalità romena.

FONTE: https://www.latinaquotidiano.it/

30 maggio 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»