Lazio

Zingaretti: “Art bonus è una grande occasione, crediamo nella bellezza” /VIDEO

ROMA – “Siamo la prima Regione in Italia che utilizzerà l’Art bonus per valorizzare i beni storici culturali e ambientali della nostra regione. Crediamo nella bellezza e stiamo investendo risorse sul nostro patrimonio. Questa opportunità di sottoscrizioni e sponsorizzazioni private con il 65 per cento di rimborso fiscale è una grande occasione“. Lo ha detto il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, presentando al Mibact l’Art bonus della Regione. “Abbiamo lavorato per indirizzare queste risorse sul nostro patrimonio ambientale. Sono molto contento per le parole del ministro che ha riconosciuto che siamo la prima regione italiana ad aprire a questa opportunità- ha aggiunto Zingaretti- Partiremo subito con la promozione di primi tre manufatti (castello di Santa Severa, edificio ex Gil di Roma, palazzo Doria Pamphilj di San Martino al Cimino).

Ci rivolgiamo ai cittadini ma anche a imprese e imprenditori della nostra regione per segnalare un’opportunità, un investimento sul futuro sostenendo ciò che viene dal passato”. A chi gli chiedeva se esistesse un tetto economico da raggiungere prima di cominciare le opere di restauro, Zingaretti ha replicato: “Ogni bene ha una storia a se’. Su molti beni è stato già aperto un intervento pubblico a sostegno dei restauri, penso al castello di Santa Severa e all’ex Gil, ma il problema oggi non è avere troppe risorse. E’ una sperimentazione e monitoreremo via via gli effetti e come procedere con la raccolta”.


ZINGARETTI LANCIA ART BONUS PER VALORIZZARE 11 BENI LAZIO

Valorizzare 11 beni del Lazio, che hanno bisogno di essere riqualificati, tramite il coinvolgimento di privati e imprese. È l’obiettivo della Regione Lazio, la prima in Italia a promuovere il proprio ‘Art bonus’ (reso permanente dalla legge di Stabilità 2016 con agevolazione fiscale del 65 per cento da ripartire in tre quote annuali). L’iniziativa è stata presentata al Mibact dal presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, e dal ministro dei Beni culturali, Dario Franceschini. La campagna istituzionale è finanziata con 70mila euro dalla Regione ed è già possibile consultare il sito www.regione.lazio.it/artbonus. Come detto sono undici i beni individuati per gli interventi di riqualificazione. In particolare sono tre i progetti già pronti a partire e per i quali inizia la raccolta fondi: il castello di Santa Severa; l’edificio ex Gil di Roma, Palazzo Doria Pamphilj di San Martino al Cimino.

Gli altri beni sono: Abbazia di San Magno a Fondi, Villa Ponam a Rieti, Santa Maria della Pietà a Roma, Torre medioevale e borgo di Palidoro a Fiumicino, Complesso di San Domenico, Villa Cantarano e Palazzo Caetani di Fondi, il Palazzo Calabresi di Viterbo, il Castello di Roccarespampania Monteromano e la Certosa di Trisulti a Frosinone. I contributi verranno raccolti attraverso conto corrente bancario dedicato (intestazione: Regione Lazio – Art Bonus, Iban: IT 44 X 02008 05255 000104546397 causali: Art Bonus – Regione Lazio – Castello di Santa Severa, Art Bonus – Regione Lazio – Edificio ex Gil, Art Bonus – Regione Lazio – Palazzo Doria Pamphilj) e potranno finanziare interventi di restauro e ristrutturazione degli immobili, lavori di messa a norma o in sicurezza, di salvaguardia, fruizione e riapertura al pubblico, musealizzazione.

di Alessandro Melia, giornalista professionista

 

29 novembre 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»