AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE politica

Renzi vuole le elezioni a settembre: “Votare con Berlino sarebbe l’ideale”


ROMA – “Il Pd non chiede le elezioni anticipate. Ma non le teme“. Lo ha detto il segretario del Pd Matteo Renzi a ‘il Messaggero’. Certo, sottolinea l’ex presidente del Consiglio, “votare con Berlino (a settembre, ndr) avrebbe un senso per molti motivi a livello europeo e consentirebbe al nuovo Parlamento di impostare senza perdere nemmeno un giorno cinque anni di politica economica. Dopo le elezioni tedesche e fino al voto, l’Italia sarà l’osservata speciale dei mercati. L’eventuale anticipo del voto non genera l’incertezza, la riduce. Tuttavia non saranno i mercati a decidere che cosa faremo, ma il presidente della Repubblica”.

Il mio obiettivo è sconfiggere Berlusconi, non allearmici. Poi- prosegue Renzi- è ovvio, dipende da quanti voti ciascuno prenderà. Non vedo Berlusconi da oltre due anni. Non avrei problemi a incontrare né lui, né altri leader. Ma al momento non è in agenda”. D’altronde, aggiunge il segretario dem, “se non ci sono i numeri, è ovvio che il Pd debba fare accordi con altri partiti”.

“Il presidente della Repubblica- prosegue ancora l’ex premier- ci ha chiesto di fare un accordo sulla legge elettorale e noi veniamo da una cultura istituzionale per cui gli appelli del presidente della Repubblica sono impegni vincolanti per i partiti“.

Renzi ha poi sottolineato che “il sistema tedesco non è la mia prima scelta, anzi, avrei voluto tutt’altra legge elettorale” ma “è un passo avanti per uscire dalla palude, il rischio di non avere una coalizione per governare è molto alto”.

Riguardo ai 5 stelle, “se scelgono il sistema tedesco- sottolinea Renzi- lo fanno perché sanno che conviene a loro. E che un’alternativa potrebbe penalizzarli. Dunque non mi fido che abbiano a cuore l’interesse generale: mi fido del fatto che faranno i loro interessi

Infine, Renzi ha ribadito che “lo sbarramento deve essere al 5%: se deve essere modello tedesco, che tedesco sia anche lo sbarramento“.

di Michele Bollino

28 maggio 2017

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988