Presidio dei dipendenti regionali: “Paghe ferme da anni”

FIRENZE – Circa 200 lavoratori della Regione Toscana hanno manifestato sotto palazzo Panciatichi, sede del Consiglio regionale, per chiedere il rinnovo del contratto decentrato “bloccato da otto anni”. I salari, hanno ricordato i dipendenti pubblici durante la protesta indetta a livello unitario dalla Rsu, “sono fermi da anni, mentre la Regione sta andando a una profonda ristrutturazione con oltre 200 esuberi e l’assorbimento del personale delle Province”, circa 1.000 unità su una piattaforma che ora conta 2.300 lavoratori.

dipendenti-toscana-protesta

“Aumentano le competenze, la produttività e i carichi di lavoro- hanno spiegato- per questo chiediamo che ai lavoratori sia data la giusta valorizzazione economica. Come Rsu abbiamo presentato una piattaforma con delle richieste ragionevoli ma l’amministrazione non ha neanche aperto la trattativa”. Dai lavoratori anche la richiesta che una delegazione venga ascoltata in Consiglio regionale dalla commissione Affari istituzionali.

25 Novembre 2015
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»