Eugenio Giani eletto presidente del Consigloio regionale - DIRE.it

Toscana

Eugenio Giani eletto presidente del Consigloio regionale

eugenio gianiEugenio Giani e’ il nuovo presidente del Consiglio regionale della Toscana. Il consigliere del Pd ha raccolto alla prima votazione 32 preferenze, contro le 5 di Giacomo Giannarelli del Movimento 5 Stelle, 2 di Paolo Sarti di Toscana a Sinistra e 1 scheda bianca superando, quindi il quorum previsto dallo Statuto. Una volta eletto, Giani prima di prendere posto allo scranno della presidenza ha stretto la mano all’ex presidente dell’assemblea toscana, Alberto Monaci e al suo vice Giuliano Fedeli.

“Il concetto di garanzia- ha affermato una volta eletto- e’ assai alto e importante in un sistema del quale tutti siamo orgogliosi, la democrazia. Si trattera’ di cogliere in quest’aula la dialettica” secondo i diversi obiettivi di ciascun gruppo. “E’ giusto che venga fuori con specchiata trasparenza. Ma ci sono momenti in cui il Consiglio deve porsi in modo compatto per gli alti valori cui tutti ci ispiriamo per la convivenza civile, del nostro statuto come della Costituzione- ha aggiunto-. Dovremo essere una grande famiglia, che in certi momenti litiga”, ma che lavora per la comunita’ “e a questo ci dovremo ispirare”.

Fra i primi provvedimenti che intende assumere Giani da presidente e’ quello di fornire a ciascun consigliere la fascia bianca e rossa di rappresentanza dell’istituzione- includendo il governatore e gli assessori- analogamente a quanto avviene nei Comuni con la fascia tricolore e nelle Province con la fascia blu. “In modo- ha spiegato- da far sentire a tutti i valori di rappresentanza e far capire ai cittadini in tutta la Toscana che c’e’ un consigliere” pronto ad ascoltarli. “Saremo uguali- ha voluto precisare-, tutti dovremo sentire il valore rappresentanza della Toscana e di riportare le istanze in questa aula”.

Giani ha ricordato che “l’articolo 9 del nostro statuto dice infatti che i consiglieri rappresentano l’intera regione. Noi consiglieri inoltre siamo una novita’, perche’ dopo molti anni torniamo e essere eletti e non nominati. Dobbiamo ricordarci di rappresentare l’intera regione e non solo la provincia da cui proveniamo”. Per Giani “questa dovra’ essere la legislatura in cui guardare lontano, e mantenere i rapporti giusti tra noi e che ci deve offrire la capacita’ di generare i giusti accorgimenti e le riforme per dare il senso ai cittadini che qui si lavora molto e che qui si concretizza il nostro spirito di servizio. Per questo voglio essere un presidente molto presente per dare il senso di rapporto con i territori”.

Fra le novita’, Giani ha manifestato l’intenzione di tenere aperto palazzo Panciatichi anche il sabato mattina e di comprimere il periodo di chiusura per le ferie estive. Nel discorso d’insediamento il presidente del Consiglio regionale ha anche reso omaggio al primo presidente della Giunta, Lelio Lagorio e al primo segretario regionale, Fantappié. Poco dopo sono stati eletti a maggioranza alla vice-presidenza Lucia De Robertis (Pd) con 24 voti e Marco Stella (Forza Italia) con 9 preferenze.

25 giugno 2015
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»