Campania

Reddito minimo garantito, la Giunta comunale di Napoli ci sta

NAPOLI – Sì della Giunta comunale di Napoli alla Delibera di adesione alla proposta di legge regionale d’iniziativa popolare promossa dal comitato promotore per l’istituzione del Reddito minimo garantito in Campania.
La proposta di legge vuole attivare servizi di sostegno al reddito per quei cittadini che, contando solo sulle proprie risorse economiche, non riescono a procurarsi mensilmente beni e servizi essenziali.
panini_napoli“Il Reddito minimo garantito – dichiara l’assessore al Lavoro e alle attività produttive, Enrico Panini – non è una misura assistenziale ma rappresenta il tassello essenziale di una politica economica di crescita che miri a rilanciare la domanda interna. Per questa ragione la proposta di Legge regionale si rivolge non solo alle fasce di popolazione in estrema condizione di povertà materiale, ma anche a persone con percorsi di vita difficili, come i giovani in attesa di prima occupazione e i disoccupati o coloro che hanno perso il lavoro”.

Sarà possibile sottoscrivere la presentazione del progetto di legge in tutte le municipalità, oltre che nei luoghi che verranno condivisi con il comitato promotore. Da palazzo San Giacomo sottolineano poi che l’adesione arriva coerentemente all’azione già intrapresa per favorire politiche che coniughino lavoro/welfare/sostegno rivolte alle fasce di cittadinanza più debole.

23 dicembre 2015
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»