Editoria, Crimi: “Da Libero titolo ignobile, al vaglio blocco fondi”

"Mi aspetto che il giornalismo che tanto vede in noi il nemico, faccia sentire la sua voce"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Provo disgusto per il titolo del giornale Libero. Un giornale che riceve soldi pubblici che prima pubblica titoli razzisti, poi oggi anche omofobi. Avvierò immediatamente una procedura interna per vagliare la possibilità di bloccare l’erogazione dei fondi residui spettanti ad un giornale che offende la dignità di tutti gli italiani e ferisce la democrazia. Mi aspetto che il giornalismo che tanto vede in noi il nemico, faccia sentire la sua voce. Probabilmente chi distrugge la credibilità della stampa sono proprio alcuni giornalisti”. Cosi’ Vito Crimi sottosegretario con delega all’Editoria.

LEGGI ANCHE:

Bufera su Libero per il titolo sui ‘terroni’, Di Maio: “Ora basta soldi pubblici”. Crimi: “Razzismo”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

23 Gennaio 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»