AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE veneto

L’appello di Enel ai cacciatori: “Non sparate ai cavi elettrici, lasciate i paesi al buio”

VENEZIA – Gli uccelli stanno appollaiati sui cavi dell’elettricità e sono un preda facile, i cacciatori li vedono, sparano e lasciano interi paesi senza corrente. E finisce che interi paesi restano senza energia elettrica. Di qui la decisione di Enel di lanciare un appello ai cacciatori con un comunicato diffuso ieri dalla società e-distribuzione del Triveneto.

ENEL: “UN PALLINO PUO’ DANNEGGIARE APPARECCHIATURE”

“Sconsigliamo i cacciatori di sparare vicino o verso linee elettriche e altri impianti – ha sottolineato Luca Tanzi, responsabile Esercizio Rete di e-distribuzione Triveneto – perché un pallino vagante può causare danni alle apparecchiature e potenzialmente interrompere il servizio elettrico con disagi per tutti coloro che sono riforniti dagli impianti danneggiati. La maggior parte dei cacciatori caccia in sicurezza: è bene che grazie alla loro conoscenza della zona di caccia sensibilizzino i loro colleghi, in particolare quelli più giovani. Ma soprattutto– ha concluso Tanzi – essere sicuri di dare la caccia solo a ciò che è possibile cacciare: cavi, isolatori e apparecchiature elettriche non lo sono mai“.

5 CONSIGLI DI PREVENZIONE

Poichè i danni agli impianti a volte si notano solo dopo diverse settimane o mesi (nel momento in cui si verifica un guasto), Enel ha messo nero su bianco alcuni semplici consigli per prevenire incidenti. Eccoli:

  1. Non sparare a, o in prossimità di linee elettriche.

      2. Verificare la posizione delle linee elettriche e apparecchiature sul terreno in cui si spara. In aree boschive gli impianti potrebbero non essere immediatamente visibili.

      3. Prestare attenzione ai segnali di pericolo posti sugli impianti.

      4. Non sparare agli uccelli che si posano sulle linee.

      5. Se il danno dovesse provocare la caduta del conduttore non avvicinarsi al cavo per evitare il minimo rischio di elettrocuzione. Se si dovessero verificare danneggiamenti, l’Enel invita i cacciatori a segnalare subito al numero verde 803500, operativo 24 ore su 24, tutti i giorni della settimana.


ZANONI (PD):  REGIONE METTA PREVEDA DISTANZE DI SICUREZZA

Oggi il tema è arrivato anche in Regione, con il consigliere regionale democratico Andrea Zanoni, che ha invitato la Regione a intervenire stabilendo delle distanze di sicurezza. “Sarebbeo opportuno che la Regione accogliesse la proposta di “inserire una distanza di sicurezza di cento metri di divieto di caccia da cavidotti aerei elettrici e telefonici“, dice Zanoni, che chiede alla maggioranza di smettere di “obbedire a un consigliere che dimostra di non dire la verità e di non aver alcun rispetto dei beni comuni, al fine di tutelare una minoranza che spesso fa questi danni”.

La frecciata è contro Sergio Berlato (Fdi), che aveva assicurato in aula il fatto che “i pallini da caccia non fanno danni. Alla luce del comunicato di Enel, dice Zanoni, quanto detto da Berlato si rivela “falso”.

 

22 settembre 2017

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988