Crisi, lavoratori Maersk davanti a Regione: “Ora basta”

maersk_genova

GENOVA – Manifestazione di lavoratori della Maersk questa mattina davanti alla sede del Consiglio regionale della Liguria. Al centro della protesta la decisione dell’azienda di aprire le procedure di licenziamento per i dipendenti della sede di Genova. “Nell’ultimo anno già 20 persone hanno dato dimissioni volontarie incentivate con importi economici- spiega alla ‘Dire’ Marco Gallo, Filt Cgil- ma circa dieci giorni fa siamo stati contattati dall’azienda che ci informava dell’intenzione di riaprire le procedure di mobilità al fine di ridurre ulteriormente gli organici di 16 unità. Nessuno è più disponibile a dare dimissioni volontarie e siamo ovviamente contrari a questo tipo di mattanza“. I sindacati ricordano inoltre che la forza lavoro impiegatizia è passata da oltre 500 persone nel 2008 a 167 nel 2016. Nel pomeriggio i lavoratori protesteranno anche in Consiglio comunale.

di Simone D’Ambrosio, giornalista

22 Marzo 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»