Il futuro di Ostia secondo Federbalneari: via il muro di cemento e pellegrini gratis per il Giubileo - DIRE.it

Lazio

Il futuro di Ostia secondo Federbalneari: via il muro di cemento e pellegrini gratis per il Giubileo

 “Non abbiamo alcun interesse a non voler demolire il ‘lungomuro'”. E’ quanto ha annunciato all’agenzia DIRE il presidente di Federbalneari Roma, Renato Papagni, in occasione della ‘giornata dei partner’ a Ostia a proposito del ‘lungomuro’, che di fatto copre gran parte della visuale del mare lungo il litorale, e che la Giunta Marino ha più volte espresso la volontà di rimuovere.

“I primi a essere interessati alla rimozione siamo proprio noi- ha aggiunto Papagni- È una cosa vecchia e stantia verso la quale non abbiamo alcun interesse. Abbiamo centinaia di cabine in muratura e cemento armato che sono fuori mercato, quando al loro posto possiamo mettere altre strutture più moderne e attuali”. Per farlo tuttavia è necessario il Piano utilizzazione arenili (Pua): “Un piano organico che affronti la visibilità da una parte, l’accessibilità e la qualità ambientale dall’altra. Su questo- ha aggiunto- siamo in grado di proporre e ragionare con l’amministrazione a cui chiederemo la concessione delle spiagge sulle per 20 anni perchè la legge ce lo consente. E su questo non arretreremo nemmeno di un passo”.

“La balneazione a Ostia sta calando di valore e noi abbiamo intenzione di risollevarla. Per farlo è necessario riconvertire, demolire e trasformare con gli strumenti istituzionali adeguati. Da parte nostra disponiamo dei finanziamenti della banca che può sostenere questi progetti.”.

20 marzo 2015
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»