Terapia del sorriso, giovani Patch Adams arrivano negli ospedali italiani

terapia_del_sorriso

ROMA – “Una risata può avere lo stesso effetto di un antidolorifico: entrambi agiscono sul sistema nervoso anestetizzandolo e convincendo il paziente che il dolore non ci sia (…)”. Secondo il celeberrimo medico statunitense e padre della clownterapia Patch Adams, la “Terapia del Sorriso” è in grado di aiutare il paziente a vivere meglio la sua malattia, focalizzando la sua attenzione, seppur per poco, non più sul problema ma sulla “leggerezza” di quell’attimo e sul benessere dell’anima.

Su questa filosofia ogni giorno l’associazione Teniamoci per mano Onlus, ha costruito il suo credo ricco di amore e solidarietà verso il prossimo. Nasce nel centro di Napoli nel 2010 e fonda a distanza di poco tempo, altre due sedi operative nelle città di Roma e Bologna. Offre il suo servizio completamente a titolo gratuito ed è presente in oltre 24 strutture ospedaliere in tutta Italia. Nel rispetto della struttura che ospita il paziente, e del personale sanitario, i volontari quotidianamente “colorano” di allegria i reparti di pediatria, oncologia, e molte altre “corsie”, portando con loro un eccezionale Kit di pronto intervento, provvisto di un paio di occhiali giganti, un pasticcio sulla faccia, un enorme naso rosso, un tesserino di riconoscimento, e un divertente ed insolito camice colorato, che porti i bambini a non avere più paura e ad affrontare la propria “battaglia” con maggiore serenità.

La clownterapia è una medicina potente per il bambino e per i suoi genitori. Per questo motivo il senso della loro missione non risiede solo nel “gioco” nell’intrattenimento e nella “magia”.

Tutti i Clown, sono formati per supportare intere famiglie al fine di non sentirsi soli in un momento in cui è facile abbandonarsi allo sconforto.

La “giovane” associazione campana è tra le prime associazioni di clownterapia del centro sud, per la presenza costante in ospedale e per l’attenzione che rivolge ai suoi volontari e al loro benessere psicologico, organizzando corsi di formazione e incontri con clown professionisti, Leaders e Teachers di Laughter Yoga, psicologi, sociologi, pedagogisti, attori e gelotologi. L’associazione è sempre alla ricerca di volontari che con impegno e amore scelgano di intraprendere questa vera e propria missione, donando ai bambini e ai loro genitori un paio di ore di gioco e di spensieratezza che possano seppur per poco allontanare la paura.

L’Associazione di volontariato Teniamoci per mano Onlus, iscritta all’anagrafe Unica delle Onlus con Protocollo N°37516 con C.F. 95139930630 è presente in tante strutture in tutta Italia.

Ecco l’elenco delle strutture in cui si trovano i volontari di Teniamoci per mano Onlus

Ospedale Pertini di Roma; Ospedale Maggiore di Bologna; Ospedale Regina Margherita a Castelfranco Emilia (MO); Ospedale Policlinico Sant’Orsola di Bologna; Ospedale Spaziani di Frosinone; Ospedale Niguarda Ca’ Grande di Milano; Ospedali Riuniti di Foggia; Ospedale Maggiore di Lodi; Ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia; Ospedale Sant’Andrea di La Spezia; Ospedale Andrea Tortora di Pagani; Casa Di Cura Le 5 Torri Settimo Torinese (TO); Ospedale Santobono di Napoli; Ospedale Policlinico Nuovo di Napoli; Ospedale A. Rizzoli di Ischia; Ospedale Santa Maria Delle Grazie “La Schiana” di Pozzuoli (NA); Ospedale Umberto I di Nocera Inferiore (SA); Ospedale Villa Malta di Sarno (SA); Ospedale Giovanni XXIII di Bari (Ospedaletto dei bambini); Ospedale Polistena di Reggio Calabria; Ospedale Vittorio Emanuele di Catania; Ospedale E. Muscatello di Augusta (SR); Ospedale di Lentini (SR); Ospedale Vittorio Emanuele di Castelvetrano (TP); Ospedale S. Antonio Abate di Trapani.

19 Agosto 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»