David di Donatello 2018, ci sarà anche Diane Keaton: a lei premio speciale

ROMA – E’ iniziato il countdown per la 62a edizione dei Premi David di Donatello. Mercoledi’ 21 marzo – in prima serata su Rai 1 – verranno consegnate le statuette ai vincitori. La cerimonia più importante del nostro cinema – condotta da Carlo Conti – vedrà sul palco la presenza di grandi star internazionali. Fra queste, il regista e produttore premio Oscar, Steven Spielberg, che riceverà il David alla Carriera – Life Achievement Award 2018: il riconoscimento sara’ consegnato dall’attrice italiana più celebre all’estero, Monica Bellucci. A Diane Keaton, interprete affascinante e anticonformista, anche lei premio Oscar, andrà un David Speciale. Lo stesso riconoscimento sarà conferito anche a Stefania Sandrelli, protagonista femminile assoluta del cinema italiano e internazionale.

I film in concorso

Ma i protagonisti dei David 2018 saranno i lungometraggi in lizza per le statuette. Tra questi, hanno ricevuto il maggior numero di candidature ‘Ammore e malavita’ con 15; 11 per ‘Napoli velata’; ‘La tenerezza’, ‘Nico, 1988’ e ‘The Place’ con 8. Numerose le star del mondo del cinema e dello spettacolo che consegneranno i premi: da Monica Bellucci a Pierfrancesco Favino e Roberto Bolle, da Luca Zingaretti a Nino Frassica e Beppe Fiorello.

Nel corso della cerimonia ci sara’ spazio anche per la musica: tre raffinate esponenti del mondo della canzone italiana – Giorgia, Carmen Consoli e Malika Ayane – eseguiranno dal vivo le canzoni originali di alcuni grandi film del passato, rendendo un loro personale omaggio al cinema italiano.

I numeri della cinematografica italiana

Quest’anno l’industria cinematografica made in Italy ha dato il meglio se’. Ecco qualche numero della 62a edizione: 129 film italiani di lungometraggio di finzione usciti nel 2017; 121 film italiani di lungometraggio di finzione iscritti al David di Donatello 2018 di cui 37 opere prime; 11 registe donne per 10 film; 5 registe esordienti donne; 101 documentari; 265 cortometraggi.

19 marzo 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»