AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE giovani

Coppa del mondo al via. Obiettivo ‘quarti’ per l’Italia

rugby_italiaROMA – Torna in Gran Bretagna per la terza volta la Coppa del Mondo di rugby, giunta alla ottava edizione. Fino all’11 ottobre 20 squadre, divise in 5 gironi, si sfideranno per cercare di conquistare l’accesso ai quarti di finale. Per alcune un obiettivo minimo, per altre obiettivo logico, per squadre come l’Italia un traguardo che sarebbe storico: gli azzurri, infatti, pur avendo partecipato a tutte le edizioni del torneo, non sono mai riusciti a qualificarsi al turno successo alla prima fase. Gli azzurri arrivano al torneo dopo un percorso pieno di difficoltà, con sconfitte sul campo al termine di gare spesso non proprio convincenti. L’esordio domani, ore 21 italiane, nel tempio londinese di Twickenham, contro la Francia, battuta qualche edizione fa del Sei Nazioni. “Come sempre, mettiamo in campo quella che riteniamo sia la squadra migliore in funzione dell’avversario ed assicurarci che questa formazione possa giocare al massimo delle proprie potenzialità”, ha detto il ct azzurro Jacques Brunel. “Per vincere le partite bisogna imporre qualcosa del proprio rugby all’avversario ed avere al tempo stesso una difesa solida.

L’aspetto difensivo sarà importante, ma dovremo anche essere capaci di mettere in difficoltà la Francia con la palla in mano”, ha commentato ancora il coach azzurro. Sull’assenza di capitan Parisse, fermato da un infortunio, Brunel ha dichiarato: “Dobbiamo rispondere come squadra alla sua assenza. Non solo i giocatori esperti, ma tutto il gruppo. Abbiamo una linea dei trequarti giovane, che ha una grande opportunità di mettersi in mostra e far vedere le proprie qualità. Vunisa prende il posto di Parisse, è la scelta più logica: ha già giocato in questo ruolo ed avrà una grande responsabilità nel gestire il pack contro una delle mischie più forti in circolazione”. Contro il Galles, nell’ultima gara di preparazione ai Mondiali- ha concluso Brunel- abbiamo fatto bene le cose semplici ed abbiamo segnato due mete, ma siamo stati carenti dal punto di vista disciplinare e questo ci è costato la partita. E’ una debolezza che dobbiamo migliorare”.

Andrea Masi, primo centro dell’Italia sabato a Twickenham contro la Francia, ha dichiarato: “E’ fondamentale essere preparati per fronteggiare la Francia fisicamente e rimanere a contatto nel punteggio entrando nell’ultimo quarto di gara sarà fondamentale. Se saremo vicini nel punteggio potremo infondere incertezza nei francesi, ma dovremo fare del nostro meglio per riuscirci. Vogliamo tornare da Twickenham sabato sera con una vittoria” ha detto il trequarti aquilano. “Parisse- ha aggiunto Masi- è un giocatore eccezionale, che porta energia e leadership nel gruppo. Senza di lui, sabato, tutti dovremo prenderci le nostre responsabilità sul campo”. Dopo la sfida ai galletti, il 26 settembre a Leeds, gli azzurri si troveranno di fronte il Canada, gara certamente alla portata, mentre il 4 ottobre avranno l’ostacolo Irlanda, ancora a Londra, da superare. Infine, l’11 ottobre a Exeter Italia-Romania. Passano ai quarti le prime due, le terze qualificate di diritto alla Coppa del Mondo 2019.

18 settembre 2015

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE
facebooktwitteryoutubelinkedIn instagram