Il sindaco di Lanusei interrompe lo sciopero della fame

Ferreli_lanuseiCAGLIARI – Il sindaco di Lanusei ha deciso di interrompere lo sciopero della fame. È la prima notizia emersa dall’audizione di questa mattina in Commissione salute di Davide Ferreli, primo cittadino del capoluogo ogliastrino, che interrompe la protesta dopo sei giorni, convinto dal presidente del parlamentino Mondo Perra (Psi) e dal consigliere del Pd Franco Sabatini. Il primo cittadino ha avuto anche un malore subito dopo l’audizione. “Oggi abbiamo chiesto un segnale forte di presa in carico delle nostre questioni affinché la Commissione le trasferisca al Consiglio regionale- spiega Ferreli al termine dell’incontro-. Questa presa in carico c’è stata e per questo ho deciso di sospendere lo sciopero. Ma sottolineo che non si abbasserà il livello di attenzione al problema”. La richiesta di Ferreli rimane invariata: l’ospedale di Lanusei deve rimare di primo livello, e non declassato dopo la riorganizzazione.

Una richiesta che comporta “la sicurezza che nel lungo periodo vengano mantenuti i servizi attualmente presenti- ribadisce il sindaco-. Il territorio rimane mobilitato, ci sono delle iniziative in corso, che verranno portate avanti per far capire che la richiesta di primo livello è fondamentale perché il territorio dell’Ogliastra venga riequilibrato nel contesto regionale. La logica di svuotare i servizi ai territori come si sta facendo- conclude- è profondamente sbagliata”.

di Andrea Piana, giornalista

18 Feb 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»