Scuola. Parte 'Sperimentare salute', progetto per 75 classi - DIRE.it

Giovani

Scuola. Parte ‘Sperimentare salute’, progetto per 75 classi

ROMA – Partirà prima di Natale, con l’invio dei primi questionari nelle 75 classi già selezionate, la seconda edizione del progetto ‘Sperimentare salute’, un piano elaborato dal ministero della Salute-Direzione generale per l’igiene e la sicurezza degli alimenti e la nutrizione e l’Istituto superiore di sanità il cui obiettivo è definire nuovi strumenti per l’educazione alimentare, rivolti agli alunni del primo ciclo scolastico.

frigorifero_cibo

Ricevuto il parere favorevole da parte del ministero dell’Istruzione, il progetto prevede l’utilizzo di alcuni moduli del programma ‘Maestranatura‘ integrati con apposite risorse di supporto e questionari sui comportamenti alimentari, che saranno compilati da alunni e genitori per verificare l’efficacia del progetto dal punto di vista dell’adozione di uno stile alimentare più sano. Dopo l’edizione 2014, che ha visto al partecipazione di oltre 2.000 alunni in 6 regioni italiane, quest’anno saranno coinvolte 75 classi (25 classi di IV primaria, 25 classi di V primaria, 25 classi di II o III secondaria di 1° grado), che parteciperanno a titolo volontario e gratuito e che sono state selezionate nell’ambito di un panel di classi i cui criteri sono stati definiti da uno specifico gruppo di ricerca. Il progetto è stato poi presentato con successo ad Expo.

“Sono da poco iniziati i primi incontri nelle aule e prima di Natale partiranno i primi questionari– ha spiegato all’agenzia stampa Dire la ricercatrice dell’Iss, Roberta Masella- L’obiettivo principale del progetto è incrementare la conoscenza e la consapevolezza del cibo e degli alimenti, capirne l’origine e quanto costano in termini ambientali. Pensiamo all’educazione alimentare nell’ambito della prevenzione, a cominciare proprio dai più giovani. E’ importante, quindi, che da subito si acquisiscano buone abitudini alimentari ed è meglio arrivarci in modo naturale, accompagnando la crescita dei bambini, piuttosto che dopo, magari con campagne informative sull’uso scorretto di qualcosa di cui si è già presa abitudine. ‘Sperimentare salute’ non è solo teoria, però, ma anche pratica con il coinvolgimento esperenziale dei ragazzi. Si insegneranno nuove ricette e loro faranno esperienza in cucina, coinvolgendo anche i genitori perché un aspetto importante sarà anche il lavoro che si svolgerà nella cucina di casa. Tutto questo in parallelo alla piattaforma on line ‘Maestranatura’ per formare una classe virtuale a cui assegnare compiti a cui potranno accedere anche i genitori”.

In particolare il progetto mira a sviluppare consapevolezza sull’importanza di un’alimentazione variata, ricca di frutta e verdura per migliorare il proprio benessere; imparare a correlare le scelte alimentari con lo stile di vita; educare ad un rapporto equilibrato con il cibo; diffondere conoscenza sull’origine degli alimenti e sull’importanza di applicare corretti metodi di conservazione.

17 dicembre 2015
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»