Politica

Renzi: “Se vince il no non farò ‘governicchi'”

leopolda7_renziROMA – “Se i cittadini dicono ‘No’ e vogliono un sistema che e’ quello decrepito che non funziona, io non posso essere quello che si mette d’accordo con gli altri partiti per fare un Governo di scopo o un governicchio”. Lo ribadisce il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, a Rtl 102.5 parlando degli scenari post referendum. “O si cambia oppure, se vogliono galleggiare, ne trovano altri, si resta con i soliti. Se qualcuno vuole fare strani pasticci il giorno dopo il referendum li fa senza di me“, aggiunge il premier.

“Quando smettero’ di fare il presidente del consiglio mi inchinero’ alla bandiera italiana e diro’ grazie per l’onore che ho avuto di servire il paese. Non faro’ come altri che mettono il broncio”, dice Renzi. “Ho visto persone che votano ‘no’ al referendum solo perche’ non hanno avuto una poltrona di consolazione. Se io le avessi accontentate oggi sarebbero i principali campioni del si'”, aggiunge. ‘Ogni riferimento a D’Alema e’ voluto’, dice il conduttore. “Ma non solo”, precisa Renzi.

ITALICUM CAMBIERA’

“Mi sembra evidente che si fa comunque la legge elettorale nuova. E’ un impegno preso. Sia che vinca il si’, sia che vinca il no, la legge elettorale si cambia”, spiega Renzi.

RENZI: IO LEADER PER BERLUSCONI? ELETTORI FI DEVONO VOTARE SI’

Matteo Renzi unico leader politico. Parola di Silvio Berlusconi. “Per me la spiegazione” di queste parole “in questo momento e’ difficile da trovare. Con il rispetto che gli deve a Silvio Berlusconi, una volta mi definisce un dittatore. Un’altra volta un leader. Ma non e’ questo il punto: il punto e’ che molte persone che hanno votato Forza Italia in passato, non possono che votare le riforme. Su cui anche Berlusconi ha votato. Anche se poi ha cambiato idea”. Cosi’ Matteo Renzi a Rtl 102.5 a no stop news.

 

 

 

 

17 novembre 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»