Sgomberato sportello casa, sabato Social Log in corteo

sgombero_social log

BOLOGNA – Subito un corteo, programmato per sabato con partenza alle 15,30 da piazza dell’Unità. E’ la prima mossa annunciata da Social Log dopo lo sgombero, avvenuto stamattina, dello “sportello per il diritto all’abitare” che il collettivo aveva occupato nel 2013 in viale Masini, a Bologna. Lo sportello rappresentava un “bene comune della città” che oggi è stato “strappato via dalla celere e da un sequestro”, dichiara a caldo Fulvio, portavoce del collettivo, durante il sit-in in piazza Maggiore con cui gli attivisti hanno concluso il corteo partito da viale Masini dopo lo sgombero.

sgombero_social log8L’attività di Social Log “statisticamente è in relazione con un terzo dell’inquilinato sotto sfratto di Bologna”, afferma l’attivista: un mese e mezzo fa, al compimento dei due anni di occupazione, il collettivo aveva conteggiato che allo sportello di viale Masini si erano rivolti circa 1.600 nuclei familiari. Il comitato di inquilini nato sette mesi fa dalla stessa esperienza, inoltre, a detta di Social Log segue oltre 100 famiglie sotto sfratto e altre 20 a rischio pignoramento. Tornando a quanto accaduto stamattina, Social Log (come riferito già su Facebook) conferma che uno dei “solidali” presenti sul posto durante lo sgombero è rimasto ferito alla testa e che, racconta sempre Fulvio, anche una mamma che era lì con il figlio è rimasta coinvolta negli incidenti: quando la situazione “è precipitata”, dice l’attivista, gli agenti hanno manganellato chiunque“.

sgombero_social log9Per il collettivo si è trattato di un fulmine a ciel sereno. “Assolutamente non ci aspettavamo questo sgombero. Non c’erano mai state relazioni con la proprietà, che non si era mai fatta sentire. Noi- spiega Fulvio- avevamo annunciato fin dai primi giorni di occupazione di voler aprire un dialogo con i proprietari, c’è stato rifiutato e questa mattina c’è stato questo disgraziato evento che assolutamente non ci aspettavamo”. A questo punto, “cercheremo di fare un po’ il punto della situazione e successivamente capiremo come andare avanti. Di sicuro sabato alle 15.30 corteo da piazza dell’Unità”, è la mossa annunciata dal collettivo.

di Maurizio Papa, giornalista professionista

17 Marzo 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»