Rassegna stampa di Lunedì 16 Novembre 2015 - DIRE.it

Rassegna stampa di Lunedì 16 Novembre 2015

A cura di Monica Macchioni

Repubblica,prima. EZIO MAURO. La coscienza dell’Occidente.

Repubblica,prima. Caccia ai killer, paura a Parigi. Pioggia di bombe sul Califfato

Repubblica,p17. Intervista a PAOLO GENTILONI. Italia in prima linea ma e’ un errore parlare di guerra. Non facciamo regali ai terroristi coltivando paure e alimentando le polemiche, semmai serve grande unita’

Repubblica,p24. Vivendi alza il tiro e vuole 4 big nel Cda TELECOM.

Repubblica,p24. Assunzioni al Sud, sgravi per 3 anni. Summit in Senato tra il ministro Boschi e i relatori della manovra per ridurre gli emendamenti. Le modifiche su pensioni, Regioni, giochi e Province rimandate al dibattito a Montecitorio

Repubblica,p25. Intervista a GIOBBE COVATTA: io, testimonial dei Verdi, ma non chiedetemi di diventare un politico

Repubblica,p25. L’ex moglie di Grillo in campo. Rivolta M5S a Rimini: mai vista.

Repubblica,p26. Via i cassonetti truffa dei vestiti per i poveri, un’altra eredita’ di Mafia Capitale. Roma, in pochi giorni ne spariranno quasi duemila. L’affare degli abiti rivenduti dalle coop legate a Buzzi

Repubblica,p31. STEFANO FOLLI. Il ruolo dell’Italia nella guerra nuova (ma senza retorica). La lotta ai terroristi implica una serie di conseguenze dolorose e scelte che non portano consensi

Il Giornale,prima. ALESSANDRO SALLUSTI. Siamo (quasi) tutti Valeria. Uccisa delle bestie. Nella mattanza del teatro Bataclan e’ morta anche la studentessa veneziana di 28 anni. Tutti solidarizzano. Ma chi non vuole denuncia le barbarie islamica non la commemora e non puo’ nemmeno restare tra noi

Il Giornale,p10. RENATO BRUNETTA. Unione politica contro il terrore. La lettera che Renzi non scrivera’. La Ue impotente contro i kamikaze ha mostrato i muscoli solo con la Russia. Ecco quello che il premier dovrebbe chiedere a Bruxelles per un nuovo rilancio

Il Giornale,p15. Asilo e sussidi ai terroristi. Il lungo suicidio dell’Europa. L’Italia e’ stato il primo Paese a considerare “rifugiato” un capo di Al Qaeda. E da 20anni il buonismo permette ai jihadisti di scorrazzare indisturbati. Politica colabrodo. Dagli anni Novanta abbiamo aperto le porte a tutti i rifugiati

Il Giornale,p23. Sospiro di sollievo per Renzi: il caso De Luca si sgonfia. Le nuove carte toglierebbero dai guai il governatore e il premier che lo ha difeso. Anche la minoranza Pd adesso si arrende

Messaggero,prima. ALESSANDRO CAMPI. Il Califfato si batte solo se tutti uniti

Messaggero,p3. Intervista a ROBERTA PINOTTI. La Jihad non sta vincendo. Bombardare non e’ un tabu’. Tutto il Paese deve sentirsi unito: se gli alleati ci chiederanno di intervenire come in Jugoslavia, decideremo insieme al Parlamento

Messaggero,p4. Caccia all’uomo in tutta Europa. L’ottavo killer forse e’ in Italia. Identificati 4 terroristi dell’attacco a Parigi. Tra loro tre fratelli belgi: uno e’ morto, uno arrestato, l’altro e’ in fuga

Messaggero,p4. Jihadisti “invisibili”, 007 francesi in crisi: “non riusciamo a individuarli prima”. Al contrario dei killer di Charlie Hebdo, gli assassini questa volta erano quasi tutti sconosciuti ai servizi. I terroristi adottano una nuova organizzazione: non piu’ lupi solitari, ma branchi coordinati per colpire insieme

Messaggero,p5. Una rete aiuta Salah il fuggitivo contatti e amici nel nostro Paese.

Messaggero,p15. Intervista a CASINI: all’Occidente manca strategia contro l’Isis. Non cadiamo nella trappola dello scontro di civilta’. L’intervento della Russia puo’ essere una opportunita’ garantendo l’exit strategy di Assad. Annullare il Giubileo? E’ esattamente quello che vogliono i terroristi. Va detto con onesta’ che molti Paesi che fanno parte della coalizione anti Jihad in realta’ l’hanno supportata. Noi siamo per la liberta’ di religione ma non dobbiamo aver paura di mostrare i nostri crocifissi

Messaggero Roma,prima. Finto kalashnikov in Centro. In suv nero con i vetri oscurati in divieto di sosta di fronte a Sant’Andrea della Valle a Corso Vittorio. E il Papa cambia per corso

Messaggero Roma,p39. Scattano le targhe alterne. Oggi si fermano le dispari. Domani non potranno circolare auto e moto con l’ultimo numero pari.

Mattino,prima. ALESSANDRO CAMPI. Tutti uniti, basta tatticismi.

Mattino,p11. Intervista a MORCONE. Rifugitai, via alle identificazioni. Ha ragione la Merkel, accelerare con i centri previsti dall’Europa. Gli sbarchi. Rallentati verso l’Italia perche’ sulle coste libiche e’ in atto uno scontro tra gli scafisti. La rotta balcanica potrebbe favorire traffici di armi per l’esercito dell’Isis

Mattino,p12. Il Papa: bestemmia usare Dio per l’odio. Vaticano blindato. In piazza San Pietro controlli aumentati utilizzati anche i metal detector manuali.

Il Fatto,prima. Salah e i suoi fratelli: bufera sugli 007, stretta sulle moschee. Le vittime del venerdi di sangue salgono a 132. Uno degli attentatori era francese. Hollande: Stato d’emergenza per 3mesi

Il Fatto,prima. Francia, bombe a raffica sull’Isis. Italia, 1000 islamisti controllati

Il Fatto,p2. Colabrodo banlieue, gli 007 si distraggono e i soliti sospetti riescono a farla franca. Mancata prevenzione. Nelle alte sfere delle polizia potrebbe rotolare qualche testa

Il Fatto,p6. Operazione #OpParis. Noi di Anonymous a caccia di siti jihadisti. Dialogo con una hacktivista in chat riservata: un catalogo in tempo reale.

Il Fatto,p7. CARLO TECCE. Gli inviati Rai negli hotel di lusso. Il dg furioso. Il summit. La tv pubblica manda 12 persone nei 5Stelle da oltre 500 euro a notte. L’azienda: “chiederemo spiegazioni”

Il Fatto,p11. Intervista a LUIGI BETTAZZI (92anni): ora vi svelo a chi e perche’ fa cois paura Papa Francesco

Il Fatto,p12. FABRIZIO d’ESPOSITO. Italiani e cattolici senza identita’, contro l’Isis non ci resta che pregare. Dopo Parigi, le solite domande e le solite divisioni ma ora c’e’ Bergoglio al posto di Ratzinger

Il Fatto,p15. Intervista a MARCO REVELLI. Renzi e’ un Terminatore, ora basta con le vecchie gelosie

Il Fatto,p16. I segreti del bar di vIa Fani. Fu il covo di Frank tre dita.

Il Fatto,p17. Il delitto di Angelo Vassallo. A Pollica. Cinque anni fa l’omicidio del primo cittadino: nessun accusato, nebbia sui mandanti

Il Fatto,p20. Una somma di luoghi comuni: la donna secondo Giulia. Nuove uscite. Il libro scritto dalla Buongiorno avvocato ed ex parlamentare l’autrice e’ sempre sicura delle sue verita’, il ragionare pratico non ammette complessita’ ne’ obiezioni

Il Fatto,p20. PIETRANGELO BUTTAFUOCO. Nel Corano la parola del Misericorde significa che Dio conosce la pieta’.

Stampa,prima. Rappresaglia francese: bombe sull’Isis. Prima dei raid conferma: l’attacco era stato ordinato dal Califfo

Stampa,p5. L’ordine partito da Al Bagdadi. E la Francia bombarda Raqqa

Stampa,p7. Intervista alla psicoanalista Roudinesco: hanno colpito la laicita’. Adesso la paura ci spinge all’estremismo. L’islamismo seduce i piu’ fragili. Ma l’indebolimento dei valori repubblicani ha aperto la strada

Stampa,p9. DOMENICO QUIRICO. Una frattura generazionale nelle moschee. Molti giovani disertano quella nel cuore della capitale dove gli imam predicano la moderazione e si ritrovano nei capannoni trasformati in sale di preghiera. E qui domina lo spirito salafita

Stampa,p11. GIANNI RIOTTA. Isis e mondo islamico. Capire il legame per battere il nemico. Negare la dimensione religiosa degli jihadisti non aiuta. Per vincerli serviranno alleanze difficili, anche con Putin

Stampa,p13. MATTIA FELTRI. Il fanatismo si combatte con la conoscenza. Hollande sbaglia, dobbiamo imporre la pace. Nessuno nasce terrorista, chi si libera dalla follia puo’aiutare gli altri

Corsera,prima. SERGIO RIZZO. La casa e’ vuota per legge: troppo piccola. I paradossi della burocrazia. A Milano 393 alloggi non possono essere assegnati

Corsera,p12. Al G20 intesa tra Obama e Putin alleati riluttanti contro il Califfato

Corsera,p12. Intervista a STAFFAN DE MISTURA. E’ una strada in salita ma ora c’e’ un processo per ridurre il caos in Siria. Il sostegno della Russia ha un prezzo per Assad, quello di contribuire a una soluzione politica

Corsera,p13. Su Domenica live. Romani attacca Barbara D’Urso. Inadeguata. Polemica sui social

Corsera,p13. Intervista a CLAUDIO DE VINCENTI: il Giubileo va avanti. Puo’ essere occasione di rispetto tra le fedi. Non sara’ un Giubileo blindato, sarebbe in contrasto con il suo spirito. Ma la sicurezza sara’ una priorita’

Corsera,p15. Fonti di reddito e foreign fighters, cosi si combatte il terrore. Il libro dei ministro dell’Interno ANGELINO ALFANO: il mondo libero puo’ togliere ossigeno alla barbarie

Corsera,p16. Intervista a GILLES KEPEL. Il loro obiettivo e’ lo scontro totale. I terroristi vogliono l’Europa xenofoba.

Corsera,p20. La ex moglie di Beppe Grillo potrebbe correre a Rimini alle Comunali. Proteste nel M5S

Corsera,p29. Su REPORT. La denuncia di un trafficante. Terroristi africani a Roma.

Corsera,p43. PIERLUIGI BATTISTA. DEL TURCO E LA PENA SENZA RISCONTRI. Adesso persino l’accusa nel processo d’appello a OTTAVIANO DEL TURCO ammette che NON CI SONO RISCONTRI sulle presunte tangenti incassate dal governatore dell’Abruzzo costretto a dimettersi nel 2008 dopo essere stato arrestato nottetempo come i peggiori malfattori: cioe’, in parole povere, NON SI TROVANO, NON SI SA NEMMENO SE ESISTANO. Ci arrivano adesso, meglio tardi che mai. Ma si sapeva gia’ lo sapevano tutti bastava solo informarsi e non uniformarsi a priori ai bollettini di stampa della Procura

Libero,prima. MAURIZIO BELPIETRO. Perche’ i buonisti ci condannano. Trattare con il califfo? Una follia gia’ fatta con Hitler: sarebbe la nostra fine. La Francia non e’ colpita per le bombe in Siria ma per cio’ che rappresenta. I fanatici islamici sono i nuovi nazisti e vanno schiacciati. Senza sensi di colpa

Libero,p9. Solo 1 italiano su 3 e’ pronto a combattere. Il 28% degli intervistati si dice disposto a imbracciare le armi in caso di attacco a un Paese Ue, il 39% se fossimo minacciati direttamente

Libero,p9. “Il governo mette il Paese in pericolo”. Salvini: le chiacchiere di Alfano non portano a nulla, serve l’intervento militare. Polemica sulla sicurezza a Roma, gli antagonisti entrano a Castel Sant’Angelo

Libero,p13. ANTONIO SOCCI. Le profezie fanno tremare Roma: “brucera’”. Dalla Emmerich a suor Erika Holzach nelle visioni dei mistici ricorrono le premonizioni sull’avvento dell’Isis e sulle sue stragi.

Libero.p14. Intervista al sindaco di Monte Argentario, il musulmano anti islamici: odio buonisti e radica chic. Niente profughi, stonano.

Libero,p16. Intervista a ORFINI: DE LUCA l’ho combattuto. Sempre avuto dei sospetti. Mi candidai ai tempi del congresso dopo che vinse col 97% dei consensi: se ti votano tutti c’e’ da preoccuparsi. Ora pero’ non gli chiedo di dimettersi

Libero,p17. Intervista a GIULIA BONGIORNO. Sparare a chi entra in casa e’ un diritto. In uscita LIBRO per introdurre una disparita’ che dia alle donne piu’ privilegi che agli uomini

Libero,p21. GIANCARLO PERNA. PHILIPPE DAVERIO: Renzi sta a Benigni come Berlusconi a Rascel. Gli italiani amano politici che siano evoluzioni dei comici. I maggiori intellettuali li ho trovati tra preti e carabinieri. Sono un credente convinto

IL TEMPO,prima. Questo sorriso vi seppellira’. Valeria Solesin, veneziana, uccisa dai macellai del Califfato. L’Occidente non dimentichi il suo sacrificio. L’Isis non vincera’

IL TEMPO,prima. L’Antiterrorismo: il killer Salah in fuga in Italia

IL TEMPO,p7. E un sacco di soldi per pagare i riscatti. Dal 2003 a oggi spesi 75milioni per liberare i nostri 19 ostaggi rapiti nei Paesi a rischio

IL TEMPO,p8. Gli 007 iracheni il giorno prima: “attenti, stanno per colpirvi”. Inascoltato a Parigi l’allarme delle “spie” di Bagdad. A Istanbul invece sventato un assalto lo stesso giorno.

IL TEMPO,p9. NICOLO’ POLLARI, ex direttore SISMI. L’intelligence torni a lavorare sul campo. Il fattore umano ora piu’ che mai e’ diventato fondamentale. Rischi. Bisogna evitare gelosie politiche

IL TEMPO,p9. MARIO MORI, ex direttore SISDE. Limiti e “vantaggi” nella realta’ italiana. L’errore. Il livello di allerta si abbassa troppo in fretta. La differenza. In Italia meno soggetti che vengono dall’Islam

IL TEMPO,p10. MASSIMILIANO LENZI. Gino non cambia Strada. “Guerra gioco die potenti”. Il fondatore di Emergency contro le operazioni belliche. Ma le gaffe su Bush e Al Qaeda lo rendono non credibile.

IL TEMPO,p10. Deontologia, Islam e terrorismo. La crociata dei giornalisti. L’Associazione Carta di Roma chiede provvedimenti disciplinari contro Libero. Ma l’avvocato Meleca frena: “serve una informazione onesta ma non ipocrita”.

IL TEMPO,p11. E l’Occidente si interroga sul terzo conflitto mondiale. In Italia posizioni diverse sull’intervento militare in Siria. La sinistra buonista non capisce fino in fondo la minaccia

IL TEMPO,p11. ROBERTO ARDITTI e’ un nuovo scontro ma senza divise. Informazioni e spionaggio come armi

IL TEMPO,p11. Intervista ad ANTONIO PADELLARO. Sbagliato dire oggi armiamoci e partire. Impreparazione. Stiamo affrontando tutto cio’ nel peggiore dei modi

IL TEMPO,p13. “La difesa e’ un colabrodo. Pochi soldi nella manovra”. Attacco di Gasparri: subito un miliardo in piu’. Il governo studia come aumentare i fondi nella Stabilita’.

IL TEMPO,p14. E ora gli albergatori temono una valanga di disdette. L’andamento delle prenotazioni non era positivo. Ripercussioni inevitabili dopo gli attentati in Francia.

IL TEMPO,p14. Paura a Roma. Finti Kalashnikov in un Suv. Rafforzati i controlli in tutti i punti sensibili dopo gli attentati in Francia.

IL TEMPO,p15. Angelus blindato in una piazza gremita.

16 novembre 2015
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»