VIDEO | Dai Maneskin a Thom Yorke: torna la musica al Roma Summer Fest

Dal 23 giugno al 2 agosto concerti live delle più grandi star italiane e internazionali del rock e del pop, del jazz e delle nuove tendenze musicali
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Roma è pronta per tornare capitale della musica. Anche quest’estate, infatti – grazie al Roma Summer Fest – il pubblico di ogni età e gusto potrà ascoltare i concerti live delle più grandi star italiane e internazionali del rock e del pop, del jazz e delle nuove tendenze musicali. Dal 23 giugno al 2 agosto, nella Cavea dell’Auditorium Parco della Musica, sfileranno artisti come Thom Yorke, Skunk Anansie, Tears for Fears, Ben Harper, Maneskin, Irama, Gazzelle, Il Volo, tutti insieme per un programma innovativo e poliedrico.

L’inaugurazione il 23 e 24 giugno con una doppia serata in compagnia del gruppo romano dei Maneskin, che si stanno facendo largo a colpi di sold out e visualizzazioni sui social. Altra presenza il cantautore romano Gazzelle (6 luglio) e Irama (11 luglio) vincitore del talent show Amici del 2018. Dal vivaio di X Factor arrivano i Bowland (19 luglio), progetto musicale nato a Firenze da tre amici che fondono sonorità insolite e ritmi groovy.

Il 28 giugno, invece, ci sarà la serata dedicata a Retape, il progetto della Fondazione Musica per Roma dedicato alla scena musicale romana, con alcuni talenti emergenti come La Batteria, Proietti, Jacopo Ratini e ospiti speciali come Fabrizio Moro, Roberto Angelini e Ainè.

“Il programma del Roma Summer Fest è davvero eccezionale, un regalo di energia per la Capitale- ha detto l’ad di Musica per Roma, Josè Dosal, durante la presentazione del festival- Abbiamo unito tanti ingredienti e costruito un festival per intenditori. Annuncio che il 20 luglio, anniversario dello sbarco sulla luna, ci sarà il grande Steve Hackett, con il quale abbiamo chiuso proprio questa notte”.

Soddisfatti sia il Capo di gabinetto della Regione Lazio, Albino Ruberti, che il vice sindaco di Roma, Luca Bergamo. Entrambi hanno ricordato i numeri di successo delle presenze di pubblico, ma anche la qualità degli artisti invitati. Secondo Bergamo “è molto importante che il lavoro di esplorazione della scena musicale non sia lasciato solo alle grandi trasmissioni tv, ma che ci siano istituzioni che se ne occupino, come fa l’Auditorium con Retape”. Il programma completo del festival, con le date e i prezzi, è online sul sito dell’Auditorium.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

16 Maggio 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»