Sudafrica, la Corte suprema condanna il Governo di Pretoria: lasciò partire Al Bashir

omar al bashir_sudanROMA – Secondo fonti di stampa internazionale, la giustizia sudafricana ha definito “vergognoso” l’operato del governo di Pretoria che nel 2015 ha autorizzato il Presidente sudanese Omar al Bashir a lasciare il Paese dopo aver partecipato al vertice dell’Unione africana nonostante il mandato d’arresto spiccato dalla Corte penale internazionale (Cpi).

Al-Bashir e’ accusato di crimini di guerra e genocidio durante il conflitto in Darfur che ha fatto oltre 300 mila morti. La scelta di permettere ad Al-Bashir di ritornare in Sudan aveva innescato uno scontro istituzionale in Sudafrica a conclusione del quale il Ministero della Giustizia aveva fatto appello contro la decisione del tribunale di Pretoria che aveva impedito ad al Bashir di lasciare il territorio. Ora la Corte Suprema ha rigettato l’appello e giudicato illegale la decisione del governo di non arrestare il Presidente sudanese.

16 Mar 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»