ApprofonDiRE

L’eccellenza energetica ‘eco’? Abiterà a Casalecchio di Reno

BOLOGNA – Nuova illuminazione pubblica e scuole più verdi per Casalecchio di Reno. Ma non solo. Un taglio ai consumi energetici del 24,24%, una riduzione delle emissioni in atmosfera pari al 516.540 chili di CO2 all’anno, soprattutto, illuminazione pubblica e immobili comunali più efficienti e confortevoli: grazie a 3,5 milioni di euro di investimenti, che non peseranno sulle casse del Comune. E’ con tutto questo che Casalecchio di Reno si avvia a diventare “un modello di eccellenza nel risparmio energetico“. Lo farà con il nuovo contratto di gestione e manutenzione della pubblica illuminazione e degli impianti energetici degli edifici comunali affidato dall’amministrazione, tramite la propria società patrimoniale Adopera, a Manutencoop, capogruppo del raggruppamento di imprese, costituito anche da Engie e Sgargi, che si è aggiudicato la gara bandita dal municipio alle porte di Bologna.

RISPARMIO? COME SPEGNERE 174 CALDAIE E PIANTARE 737 ALBERI

Il risparmio annuo che si otterrà grazie agli interventi di efficientamento previsti pari a 215,63,5 TEP all’anno; ovvero lo stesso che si avrebbe spegnendo circa 174 caldaie da appartamento per un anno; in termini ambientali il taglio di CO2 in atmosfera (-516.540 chili all’anno) avranno per l’aria di Casalecchio un beneficio uguale a quello che si otterrebbe piantando 737 nuovi alberi. Il nuovo contratto, dal valore annuo di circa 1,5 milioni di euro, è stato affidato a Manutencoop con la formula del partenariato pubblico-privato: una soluzione contrattuale che consentirà al Comune di risparmiare oltre il 17,35%, circa 4,75 milioni di euro, rispetto alla spesa storica annua per i due servizi, e di assicurarsi interventi di riqualificazione, a carico di Manutencoop, per 3,5 milioni di euro, oltre agli oneri finanziari.


LUCI PUBBLICHE DIVENTERANNO TUTTE A LED

Manutencoop gestirà l’illuminazione e gli impianti energetici per i prossimi 15 anni e rientrerà dell’investimento iniziale grazie alla maggiore efficienza garantita agli impianti dagli interventi di riqualificazione che verranno realizzati da metà dicembre e termineranno entro il 2019. Sul fronte della pubblica illuminazione è prevista la sostituzione con luci a Led in tutti gli oltre 5.500 punti luce del territorio; verranno, inoltre, adeguati o sostituiti i quadri di alimentazione delle linee per averne il controllo in remoto; saranno sostituiti circa cinque chilometri di linee elettriche e aggiunti circa 50 pali.

INTERVENTI ANCHE SU 31 EDIFICI COMUNALI

I lavori all’illuminazione saranno i primi a partire e entro la primavera 2018 verranno riqualificati i punti luce dei parchi e di larga parte delle piste ciclabili. poi tocca all’illuminazione stradale: i lavori nelle principali arterie cittadine, come via Porrettana, Via Bazzanese e via Marconi, si svolgeranno a luglio e agosto. Per avere invece scuole e impianti sportivi più confortevoli e meno “energivore” si interverrà su 31 edifici comunali, migliorando la coibentazione, riducendo la dispersione di energia e garantendo un miglior comfort ambientale. Ma grazie al lavoro già fatto dal Comune sarà necessario rinnovare solo nove sulle 37 caldaie degli immobili comunali. Verranno, invece, sostituiti 1.746 metri quadrati di infissi e realizzati lavori di isolamento delle facciate per 1.035 metri quadrati e delle coperture per 1.787 metri quadrati. Saranno, infine, introdotte pompe di calore per sfruttare l’energia elettrica dei sistemi già installati sui tetti degli edifici pubblici: l’energia ottenuta produrrà acqua calda sanitaria, ad uso, in particolare, delle piscine comunali.

INTERVENTI SULLE SCUOLE CONCLUSI ENTRO AUTUNNO 2019

Tutti gli interventi sulle scuole saranno ultimati entro l’autunno 2019. Con il nuovo contratto verrà, infine, migliorato il sistema per la segnalazione di guasti o disservizi della pubblica illuminazione. “Con questo progetto, abbiamo voluto dare una risposta a 360 gradi al tema energetico, inserendo in un unico contratto sia la parte termica sia l’illuminazione pubblica”, dice Nicola Bersanetti, assessore alla Qualità urbana di Casalecchio di Reno e si aspetta “un considerevole miglioramento dal punto di vista ambientale”, meno emissioni inquinanti e “forte risparmio nel pagamento delle utenze” ma realizzando allo stesso tempo “una significativa riqualificazione del nostro patrimonio”.

CASALECCHIO SARA’ MEGLIO ILLUMINATA E CON VITA DI QUALITA’

Alla fine si avrà una “Casalecchio meglio illuminata con un riflesso importante sulla qualità del vivere la città e i suoi spazi pubblici ed edifici pubblici, in particolare le nostre scuole, più accoglienti e confortevoli per chi frequenta quotidianamente questi ambienti”. Fabio Piancastelli, dirigente di Manutencoop , loda la lungimiranza degli amministratori e dei tecnici del Comune di Casalecchio che hanno saputo sperimentare e credere in questa formula di partnership pubblico-privata. Da parte nostra ci sarà ora il massimo impegno per rispondere nel migliore dei modi alle aspettative di efficienza del Comune e dei cittadini tutti”.

15 dicembre 2017
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»