Bimba di due anni picchiata dal compagno della madre, è grave. La donna: “Lo aveva già fatto”

Le condizioni di salute della piccola, ricoverata all'ospedale Bambino Gesù, sono in miglioramento: è cosciente e le hanno tolti i tubi. Resta però in prognosi riservata
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Non era la prima volta che maltrattava la bambina“. È con queste parole che una giovane donna di 23 anni di Velletri ha raccontato ai poliziotti del Commissariato di Genzano le botte con cui il suo compagno, Federico Zeoliun 25enne di Campobasso, ha violentemnete picchiato una bimba di poco meno di due anni, ricoverata la sera di mercoledì in gravi condizioni all’ospedale Bambino Gesù. L’uomo è stato arrestato con l’accusa di tentato omicidio. A quanto si apprende ha precedenti per lesioni e stalking,

La segnalazione ai poliziotti è arrivata mercoledì sera alle 20.50 circa. A dare l’allarme la vigilanza del Polo ospedaliero di Genzano in via Achille Grandi, dove la donna si era recata con la bambina in braccio, già priva di sensi. L’ospedale era ormai chiuso ma le urla e i pianti della donna hanno attirato l’attenzione del vigilante, che ha chiamato subito le forze dell’ordine.

La Polizia di Genzano, arrivata sul posto, ha caricato la donna e la piccola in auto, poi la corsa verso il nuovo polo ospedaliero. Lì i medici hanno subito notato una serie di lesioni al capo. In breve tempo la bimba è stata trasportata al Bambino Gesù dove le è stato trovato un ematoma cerebrale e una serie di ecchimosi su tutto il corpo.

Quello del padre è stato un raptus“, ha raccontato la giovane madre alla Polizia, che poco dopo ha proceduto all’arresto del 25enne per i reati di tentato omicidio e maltrattamenti. I due stavano insieme da pochi mesi e vivevano con le tre bambine della donna, tutte figlie dell’ex compagno della donna, un uomo violento e pregiudicato di cui lei ha detto di avere paura. La bimba picchiata ha una gemella e poi c’è un’altra bambina di cinque anni. 

Federico Zeoli, un mese fa, aveva postato su facebook una foto in cui è ritratto sorridente con le due bimbe gemelle di due anni. E pochi giorni compare una foto di lui che dorme abbracciato a una delle due piccole.

BAMBINO GESÙ: IN LENTO MIGLIORAMENTO

La paziente di 22 mesi giunta nella notte di mercoledì al Pronto Soccorso dell’Ospedale Bambino Gesù è ancora ricoverata nel reparto di rianimazione. La situazione clinica è in lento miglioramento. I parametri cardio-respiratori sono stabili. La bambina è stata estubata, è cosciente e ha ripreso l’attività respiratoria spontanea. La prognosi rimane riservata. Così in un comunicato l’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

15 Febbraio 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»