Migranti, Congresso istituisce il Comitato di coordinamento

barcone migrantiSAN MARINO – L’idea di una team al lavoro sull’accoglienza sammarinese dei rifugiati, che funga da regia per le realta’ del volontariato e parrocchie del Titano, prende corpo sul tavolo del congresso di Stato, riunito oggi a Palazzo Pubblico. La proposta, nata nell’ultima riunione del governo, e’ stata di nuovo affrontata oggi, alla presenza del segretario di Stato per gli Affari esteri, Pasquale Valentini, assente per una trasferta all’estero la volta scorsa. Compito del comitato di coordinamento, presieduto da Valentini, e composto dai colleghi agli Interni, alla Sanita’, alla Pubblica istruzione e al Territorio- quindi Giancarlo Venturini, Francesco Mussoni, Giuseppe Maria Morganti e Antonella Mularoni- sara’ quello di studiare possibili soluzioni di accoglienza per i rifugiati a San Marino.

Scartata l’ipotesi di ricorrere a strutture pubbliche, come la colonia di Pinarella, l’orientamento dell’esecutivo e’ di vagliare forme di accoglienza domestica e familiare dei sammarinesi rivolte in particolare a donne e bambini, rispetto cui sono gia’ state manifestate delle disponibilita’. Il comitato di coordinamento inoltre fungera’ da raccordo anche con l’Alto Commissariato per i rifugiati, organismo delle Nazioni unite, che vigilera’ sul buon esito delle iniziative. Come assicurato dallo stesso Valentini nell’ultima Commissione consiliare Affari esteri, non manchera’ un riferimento in merito nel prossimo Consiglio grande e generale, al via giovedi’.

14 Settembre 2015
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»