AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE welfare

Scuola. Il merito e i concorsi, le graduatorie e i supplenti: ecco cosa c’è nel disegno di legge approvato dal Governo

la buona scuola (690 x 700)ROMA – Via libera del consiglio dei ministri al disegno di legge che riforma la scuola.

 

“DECIDERANNO I PRESIDI” – “Ho letto notizie stravaganti. Qualcuno ha detto: ‘hanno tenuto l’anzianita’, quindi cancellano il merito’. Non e’ cosi’. Noi avevamo tolto gli scatti di anzianita’ ma e’ stato molto contestato dagli insegnanti nella consultazione. Quindi abbiamo scelto di mantenere gli scatti di anzianita’ ma di inserire una cifra aggiuntiva sul merito. Il merito lo valutera’ il preside, sentito il consiglio dei docenti, secondo modalita’ che sceglieranno. Decideranno loro”. Cosi’ Matteo Renzi in Consiglio dei ministri a proposito della progressione di carriera dei docenti.

 

RENZI: 200 MILIONI DAL 2016 PER GLI SCATTI DI MERITO – Duecento milioni di euro dal 2016. E’ la “cifra aggiuntiva” che il governo stanzia per gli scatti di merito nei curricula dei docenti. “Abbiamo scelto di mantenere gli scatti di anzianità per i professori, ma con una cifra aggiuntiva sul merito. Le modalità su cui ciascuna scuola premierà saranno decise dal preside”, spiega Matteo Renzi.

 

I CONCORSI E LE GRADUATORIE  – “Ci sono tantissimi fior di professionisti che sono nelle graduatorie d’istituto, ma questi non saranno assunti. Per loro bandiremo concorsi in modio serio e puntuale: se sei in graduatoria a esaurimento sarai assunto, ma se sei in graduatoria d’istituto no, devi fare un concorso”. Lo precisa il presidente del Consiglio Matteo Renzi, in conferenza stampa a palazzo Chigi. “Tutti coloro che sono nelle Gae (graduatorie a esaurimento) e i vincitori di concorso 2012 saranno inseriti nell’organico funzionale- aggiunge- ma gli idonei non sono vincitori, dovranno fare un concorso”.

 

“Esaurite le graduatorie a esaurimento si fanno i concorsi: chi li vince entra, chi li perde sta a casa. Basta con una vergognosa attivita’ di utilizzo strumentale delle qualita’ degli insegnanti in Italia. Se vinci i concorsi entri, se no ‘ciao'”, spiega ancora il presidente del Consiglio in conferenza stampa.

I NEO-ASSUNTI – “Saranno 100mila 701 i neo-assunti” della scuola dopo la riforma. Lo chiarisce il ministro Stefania Giannini in conferenza stampa.”Saranno 100mila 701 i neo-assunti” della scuola dopo la riforma. Lo chiarisce il ministro Stefania Giannini in conferenza stampa.

I SUPPLENTI – “Per quest’anno saranno circa 10mila la cattedre assegnate con supplenza”. Lo chiarisce il ministro dell’istruzione Stefania Giannini, in conferenza stampa a palazzo Chigi. Si tratta di classi concorsuali per le quali non ci sono docenti nelle graduatorie ad esaurimento. “Per esempio gli insegnanti di matematica, lingue, lettere…”, dice Giannini.

 

RENZI: 500 EURO L’ANNO PER I CONSUMI CULTURALI DEL PROF – “La carta del prof”, il bonus annuale in denaro ai professori da spendere per finalita’ culturali aumenta a 500 euro. Lo prevede la riforma della scuola, illustrata in conferenza stampa a Palazzo Chigi. Le bozze del ddl prevedevano 400 euro l’anno. “Per andare a teatro, a sentire un concerto, a vedere l’opera… anche questo e’ cultura”, spiega Renzi.

 

LE PARITARIE – Confermata la detrazione fiscale per le scuole paritarie fino alla secondarie di primo livello, le vecchie scuole medie. E’ una delle misure presenti nella riforma della scuola, illustrate in conferenza stampa dal presidente del consiglio Matteo Renzi e dal ministro Stefania Giannini. Confermato anche il 5 per mille e lo school bonus.

 

12 marzo 2015

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988