Rinnovato il palazzetto di Bazzano in Valsamoggia, apre i battenti con una partita tra giovanissimi

BOLOGNA – Una partita tra i giovanissimi della Scuola basket Samoggia e i giocatori della Virtus Bologna. Così, con una originale partita inaugurale il Comune di Valsamoggia fa festa sul nuovo parquet (lunedì dalle 17.30) del Palazzetto Peppino Impastato di Bazzano. Con un investimento di 160.000 euro, infatti, la vecchia pavimentazione è stata sostituita con una nuova in legno di rovere e sulla quale sono state tracciate le linee per i giochi del basket, della pallavolo, del calcetto e della pallamano. Le migliorie, che hanno coinvolto anche le tribune e il campo sintetico di calcio a cinque, consentiranno anche al palazzetto di ospitare gli atleti di ogni serie perché la struttura è omologata anche per campionati professionisti per tutte le principali discipline indoor.

Lo sblocco delle risorse dal piano di stabilità ha permesso e permetterà, tra l’altro, di rinnovare altre strutture sportive. A Monteveglio, per esempio, sono in fase di conclusione i lavori del nuovo campo di ultima generazione, mentre prossimamente verranno avviati quelli di manutenzione del campo di calcio a cinque e altre opere di completamento. A Crespellano sono in corso i lavori di ampliamento dei nuovi spogliatoi, dell’area ristoro e del campo polivalente basket e calcio a cinque e la realizzazione del terzo campo in sintetico omologato. Anche a Savigno sono stati sistemati i campi di basket zona ‘Bonifica’ e di calcio a cinque della scuola, ed è in fase di studio il sintetico nel pre-campo. A Castello di Serravalle, infine, sono aperti i cantieri per la manutenzione degli impianti, lo studio per la copertura del campo polivalente e il rifacimento dei campi da tennis.

Si tratta di “investimenti significativi non solo dal punto di vista economico, perché finalmente abbiamo potuto utilizzare le risorse che erano bloccate in cassa, ma anche dal punto di vista sociale- spiega il sindaco Daniele Ruscigno-. Lo sport è un pilastro della società, per l’educazione al movimento e alla disciplina e rappresenta un’occasione di svago e di incontro per le persone di tutte le età. Poter finalmente destinare fondi al miglioramento delle strutture che abbiamo sul territorio e metterle a disposizione degli sportivi e degli appassionati di oggi e di domani, è una grande soddisfazione”.

11 Dicembre 2015
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»